sabato, aprile 11, 2009

Va via il prete che chiese i soldi ai commercianti

Il prete delle parrocchia di Scopello aveva inviato una lettera ai commercianti del piccolo borgo per chiedere “un contributo di sponsorizzazione”. Tradotto voleva dire che “cacciate fuori la grana”. In seguito alla notizia che avevo intitolato “Se è dio a chiedere il pizzo”, si era creato scandalo e indigazione, adesso il prete va via!


Eh, si capita anche questo! A Scopello il parroco della Paroccchia “Maria SS. Delle Grazie” tale padre Michele A. Crociata decise tempo fa di fare dei lavori di ristrutturazione alla chiesa. Lodevole iniziativa, ma i soldi – si sa – non sono mai sufficienti e il prete, consapevole del fatto che non basta spolpare solo i fedeli che si presentano alla messa, ha dovuto inventarsi qualcosa di meglio per aggiudicarsi una cifretta un po’ più consistente. A Scopello lo conoscono bene: Padre Crociata è di quelli ne sa una più del diavolo! Il parroco così mise mano al pc e scrisse una lettera, inviata poi a tutti gli operatori economici presenti sul territorio parrocchiale. La lettera era chiara, secca e decisa: “qui ci vogliono i soldi”. Certo non è facile motivare una richiesta così diretta e spicciola, ma Padre Crociata sapeva come fare: toccando gli interessi e il portafoglio del commerciante sprovveduto, spesso non praticante ma ossequioso nel confronti del clero (perché non si sa mai). Così nella lettera il parroco ha ricordato agli operatori economici che la chiesa favorisce tutti, anche e soprattutto i commercianti, gli stessi commercianti che ogni domenica percepiscono notevoli guadagni grazie ai clienti che dalla messa si riversano poi nei vari bar, paninerie, negozi di souvenir. Insomma, la chiesa vi dà i soldi dei fedeli, adesso dovete darne un po’ voi alla chiesa! Questa era la strana richiesta che è risuonata quasi come una estorsione dolce facendo sollevare indignazione, proteste e articoli di denuncia. Alcuni abitanti del luogo addirittura decisero di girarla alla curia vescovile di Trapani per capire se fosse lecito che un prete realizzasse un’azione del genere, così lontana dal pensiero cattolico (in fin dei conti a pensarci bene non è poi così lontana). Il parroco di Scopello, per dar forza alla sua richiesta, allegava anche il conto consuntivo dell’anno 2006, una specie di dichiarazione dei redditi, con tanto di entrate ed uscite così quantificate: 7.027,95 euro le entrate tra battesimi, matrimoni, anniversari, libere elargizioni, offertorio; 5.910,33 euro le uscite tra acqua, luce, giardiniere, spese generali e per liturgie! C’è da chiedersi se quanto dichiarato corrisponda poi al vero, visto che le entrate per matrimoni e battesimi sono solitamente nettamente superiori alle cifre dichiarate, ma è meglio non stare qui a chiedersi se dio lavora in nero o fa evasione fiscale (non vorrei che mi arrivasse un fulmine tra capo e collo mentre sto scrivendo questo articolo), meglio occuparsi solo della strana lettera del parroco che, come incentivo alla sua richiesta, aveva anche scritto che nel corso della messa avrebbe letto i nomi dei contribuenti (una sorta di pubblicità ai negozianti più “generosi” all’interno della santa messa, neanche un team di pubblicitari di Pubblitalia avrebbe mai pensato ad una cosa più blasfema di questa) non dimenticandosi però di dare ampio risalto anche a quelli che NON avrebbero contribuito, un po’ per dovere di chiarezza, un po’ per vendicarsi dei commercianti più tirchi che devono essere messi alla gogna dai fedeli. Quei fedeli che, in attesa delle manutenzioni che verranno realizzate con quei soldi, sognano una chiesa più bella, più comoda. Magari con l’aria condizionata. D’altronde è risaputo che “senza soldi non si canta messa!”. Padre Crociata non si aspettava che la sua iniziativa, ribattezzata “lettera gogna”, avrebbe alzato un vespaio inimmaginabile e il 19 aprile – epilogo della vicenda – l’ingegnoso prete dovrà lasciare la parrocchia a padre Puma. Cartellino rosso, quindi, per padre Crociata che però comunica via lettera (arridagli) che la decisione è dovuta ad un semplice cambio della guardia e noi (cittadini, fedeli, contribuenti) come sempre vogliamo crederci!


Fabio Barbera

493 commenti:

1 – 200 di 493   Nuovi›   Più recenti»
Anonimo ha detto...

LA VEDETE IN UN OTTICA SBAGLIATA.... CREDO KE SIA PIù UNA "TASSA X IL PARADISO" CHE PIZZO...E' UNA DELLE TANTE "OFFERTE LIBERE" CHE CHIEDONO GENTILMENTE(O VOGLIONO MAFIOSAMENTE?). OFFERTA LIBERA, SI, MA DA 50€ IN SU.

Padre Ralph ha detto...

a fuoco le chiese..... o meglio i preti

Anonimo ha detto...

La confusione mentale che l'autore dell'articolo ha, è veramente enorme. Bisognerebbe spiegargli molto semplicemente che l'operato di un prete uomo non corrisponde all'operato di Dio. Se, dunque, la sua intenzione era quella di "sputtanare" un prete, abbia almeno la delicatezza di lasciare stare Dio, che non c'entra veramente nulla con queste storie.

uli55e ha detto...

Caro fabio, non prenderti meriti che non hai. Risponde al vero il fatto che il trasferimento di padre Crociata fa parte di un'azione di routine: dopo un tot di anni tutti i sacerdoti devono spostarsi. Infatti, oltre a padre Crociata, altri sacerdoti della diocesi sono stati trasferiti.
Hai sollevato un vespaio è vero, ma si è dissolto come neve al sole.
Padre Crociata può anche aver sbagliato, ma tu da abile sciacallo hai approfittato della situazione e non per aiutare i poveri commercianti sotto estorsione, ma per farti pubblicità e per sentirti dire: "bravo fabio ci hai liberati dal prete succhiasoldi".
Il punto è che non hai liberato nessuno e hai soltanto gettato fango e zizzania.

Nicola ha detto...

Anch'io ne sono convinto e tu sei solo uno sciacallo. Sono stati una ventina i preti chiamati a "girare" perché dopo 9 anni si scade. Tu vivi solo di pregiudizi contro la chiesa e mi fai pena. Ciao.Nicola di Castellammare via De Gasperi

Fabio ha detto...

Anthony e Nicola hanno imparato una parolina nuova. Ne sono felice, ma è inflazionata (e anche usata a sproposito) ormai. L'accusa di sciacallaggio è squalificata in un'Italia che permette ben più gravi atti di vandalismo sociale (esempio: il giornalista che vuole per forza estirpare una dichiarazione alla singhiozzante signora che ha perso tutto sotto le macerie mi sembra più grave di chi vuole ricordare le bassezze di un'istituzione che mai vuole giocare con le regole e quando può ne combina di tutti i colori).

Se andiamo per simboli faunistici penso che fare lo sciacallo in mezzo a corvi neri e viscide serpi non è altro che sano istinto di sopravvivenza. E comunque preferisco "sbattere il mostro in prima pagina" piuttosto che fare finta di niente o lasciare scorrere, anche se questo accenderà le ire di un qualsivoglia Anthony Morsellino o un Nicola di via De Gasperi. Già letti, già visti!

Saluti e buon rientro a tutti. Fab

p.s. l'immagine dei "20 preti chiamati a girare" in una sorta di valzer in tonaca e dei "preti scaduti" come lo yogurt offerta da Nicola è fantastica... da vignetta. L'umorismo inconsapevole è sempre il migliore. Continua a provare pena che ti fa bene! ;-)

Domenico ha detto...

La verità secondo me è una sola e non si dice: padre Crociata, forse, è un prete e un intellettuale troppo grande per una parrocchia e un paese troppo piccoli.Ciao.Domenico

Nicola ha detto...

Fabio,tu sei solo uno sporco provocatore.Dinanzi a Mons. Crociata,il quale è stato mio professore, tu sei solo un misero asinello.Non ti conosco personalmente, ma ho capito di che pasta sei, e C/mare non ha certamente bisogno di ronzini come te.Nicola.

Fabio ha detto...

eh eh...dopo gli sciacalli ecco anche asinelli e ronzini ;-) non manca più nessuno, solo non si vedono i due leocorni! Sei uno spasso, grande Nicola.

Francesco ha detto...

avete letto il Giornale di Sicilia? P.Impastato, che prima era qui a s.Giuseppe, dalla matrici di Alcamo viene sballato a Fulgatore. Ma veru mali vennu trattati sti parrini!!! e patri Giuffrè quannu scari? mai?
Francesco via Segesta Santa Rita

Anonimo ha detto...

Padre Giuffrè resta in carica in quanto stà portando avanti un progetto (Don Minozzi) e quindi non andrà via dopo i 9 anni...

NICOLA ha detto...

Fabio,in merito alla tua risposta, si accresce sempre di più,in me, l'opinione che mi sono fatta di te.Oltre ad essere un grande provocatore,non sei altro che un gran peccatore.Un consiglio fraterno,avvicinati di più alla Chiesa col confessarti e metterti dinanzi a Dio implorandolo,e pregandolo che ti dia quella Pace interiore,che ti manca e che ti porta a scendere a conclusioni meschine ed insensate.Lascia perdere la politica estremista,ma segui la stada della vita:Gesù!!!

Leonardo ha detto...

Ragazzi, ma perchè sprecate tempo a rispondere all'autore di questo articolo, che come giornalista non vale proprio niente ma sa soltanto insinuare, accusare ed alterare i fatti a suo piacimento, una specie di Emilio Fede, per intenderci. Lasciatelo perdere ed ignoratelo, è l'unico modo per non dargli importanza.
Leonardo

Fabio ha detto...

Giusto leonardo. Anch'io non lo sopporto: troppo fazioso sto Fabbbio! Ma vi è impossibile ignorare una storia del genere (anche tu non ce l'hai fatta a non intervenire) perché sotto-sotto sapete che quanto scritto è vero e vi rode come non mai! Del resto quelle che tu chiami insinuazioni, accuse infondate ed alterazioni della realtà sono scaturite da documenti, lettere, testimonianze e fatti, tu quali prove hai per sostenere che insinuo e altero? Non si gioca ad armi pari così: io ci metto nome, tempo e lavoro, voi ci mettete insulti ed anonimato. Comodo devo dire così ;-)

Per quanto riguarda la proposta di Nicola di prostrarmi davanti ad una statua rispondo "non sono degno". Preferisco lasciarti questo camasutrico onore!

Saluti

Anonimo ha detto...

E Padre Giuffrè quando li compie i 9 anni? Speriamo presto! Già è un bel pò che è lì dentro e ne ha combinate di cotte e di crude

Anonimo ha detto...

provabilmente i credenti castellammaresi hanno i preti che si meritano e non sono granchè interessati al tipo di testimonianza che gli stessi portano nel quotidiano, parlare male del prof Cruciata credo che equivalga a sparare sulla croce rossa,i suoi comportamenti da insegnate prima e prete poi credo siano ampiamente tristemente noti...

Giovanni ha detto...

ma la volete finire una buona volta? Ha ragione Leonardo: ignorate questo certo fabbio perché è solo un buffone e non dategli alcuna importanza. Punto e basta. La messa è finita.Giovanni

Anonimo ha detto...

La cosa che mi dispiace, a parte l'autore dell'articolo al quale non intendo rivolgermi e rispondere, è che la gente si diverte a parlar male delle persone senza cognizione di causa. Mi rivolgo agli anonimi che hanno inserito i commenti che parlano male dei preti castellammaresi. Ma che avrà fatto di così terribile stò padre Crociata quando ha chiesto ai commercianti un'offerta per ristrutturare la chiesa? Di quali terribili colpe si è macchiato il "perfido" Padre Giuffrè che è voluto bene da tutti i suoi parrocchiani (me compreso) che ogni domenica riempiono la chiesa di S. Rita. Allora, se volete fare gli atei, fatelo pure, nessuno vi obbliga ad andare in chiesa. Però abbiate il buon senso di RISPETTARE chi è cattolico e praticante e crede nella Chiesa, oppure pensate che tutte queste persone siano degli stupidi "invasati"? Non state mostrando il benchè minimo senso del rispetto per gli altri. Le offerte per la Chiesa sono sempre state libere, nessuno ha mai obbligato nessuno, il pizzo è totalmente un'altra cosa! E mi meraviglio che nel blog dei ragazzi di Libera (associazione fondata da un prete), che finora hanno lavorato veramente bene, si trovi un articolo che associa la richiesta di elemosina di un prete, al pizzo o ad un'estorsione! S. Francesco viveva di elemosina, anche quello era pizzo? Spero soltanto che chi ha dato risalto a questo articolo, fra l'altro scritto diversi mesi fa perchè la storia è ormai vecchia e non capisco proprio dov'è lo "scoop", abbia la benevolenza di rileggerlo con attenzione e che magari si renda conto di quanto certi passaggi sono a dir poco esagerati (riferimenti a pizzo ed estorsioni) ed altri passaggi (riferimenti a Dio) possano risultare offensivi per chi, come me è un Cattolico Praticante qualsiasi.
Ritornate ad essere quello che eravate prima, non fate diventare questo blog uno spazio per raccogliere tutti quelli che vogliono parlare male delle persone! E' un consiglio da un vostro ammiratore
Saluti

Paola da C/mare ha detto...

Assolutamente d'accordo in tutto e per tutto con l'ultimo commento! Ci vuole fra l'altro coraggio a definire qst un articolo "giornalistico"...mi sembra piu adatto a novella 2000....e cmq "fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce"...smpre a guardare quel prete che può sbagliare..e ignorare tutti quelli che si rompono il "...."

Fabio ha detto...

Avete notato ke p.Giuffre si nasconde 2 volte nell'anonimo? la prima per dire ke lui è sopra le leggi e ke la regola di 9 anni vale solo per gli altri e questa è veramente grande MAFIA. Il vero mafioso infatti è ki crede di essere sopra la legge.La seconda volta dice ke la sua chiesa è piena e ke la gente gli vuole bene. E' piena solo xkè ha fatto kiudere le altre chiese. La seconda cosa è falsa e basta kiedere a tutti quelli ke passano per la strada ed è raro trovare uno ke lo accetta. Ke schifo! Ki scrive deve avere il coraggio di firmarsi e qusta è anke onestà anke se dice cazzate.Fabio, ma non quello lì...

Un cattolico praticante ha detto...

I servizi segreti di questo Fabio sono veramente ineccepibili, non c'è che dire! Continuate a gettare fango sulle persone insinuando e facendo credere quello che non è. Una sola precisazione: il commento lungo è mio, non credo proprio che Padre Giuffrè venga ad intervenire in una discussione di questo tipo. Non ho intenzione di firmarmi perchè quello che ho scritto è, in linea di massima, condiviso da tutti i veri cattolici praticanti. Poi non mi pare importante il mio nome, quello che conta è l'idea espressa. Oppure avete bisogno di un nome contro cui rivolgervi per continuare ad offendere? Non ci tengo a sentirmi dire che scrivo falsità, cazzate o addirittura che sono mafioso! Un cattolico praticante qualsiasi

Anonimo ha detto...

Scusate, ma non capisco una cosa! Perchè difendete lo sfratto di Padre Crociata, dicendo che è giusto che sia stato spostato dato che sono trascorsi i nove anni, e non vi stranizza il il fatto che Padre Giuffè non è stato spostato. O tutti e due o nessuno. Chi fà c'è occaruno raccumannatu?

pietro ha detto...

Essere un vero cattolico non vuol dire accettare tutto lo sporco che cè dentro la chiesa,cosi come i Siciliani che amano davvero la propria terra non devono accettare tutto il marcio che cè dentro tipo politica corrotta,mafia e cosi via,Io ho avuto padre Cruciata come Prof.e Vi assicuro che non è affatto cosi puro come volete farlo apparire,se le sue idee non combaciavano con le tue ti potevi ritenere bocciato. Nei compiti in classe eri costretto a parlare sempre della chiesa. Come prete so che una volta ha violato il segreto della confessione. Quindi cari cattolici praticanti prima di giudicare in positivo o negativo una persona imparate a conoscerla.

Anonimo ha detto...

Da come hai scritto non credo che tu sia la persona più adatta a dire chi è il vero cattolico. Un cattolico non passa la vita a giudicare il suo prossimo, perchè tutti peccatori siamo, a meno che non si è santi. Essere cattolico non vuol dire fare il santo. L'importante è sforzarsi di vivere bene, nel rispetto di tutti senza serbare odio e rancore verso chi ha sbagliato.

NICOLA ha detto...

Il tanto famigerato Fabio sì è zittito...?Come mai?Sono finite le tue idiozie?O forse ti sei reso conto che sei un meschino e lurido provocatore...!!!Fatti sentire mi mancano le tue buffonate e i tuoi commenti infondati...!!!Non è che il tuo tempo lo stai impiegando ad adorare il tuo idolo cioè L'Incudine e il Martello?

NICOLA ha detto...

Mi correggo:il tuo idolo la falce e il martello

pietro ha detto...

Caro anonimo,rileggi quello che ho scritto forse non hai capito bene,ho semplicemente detto di non giustificare tutto quello che fà la chiesa.E poi non è stato Gesù a cacciare i commercianti dal tempio??ti sei mai chiesto perchè lo ha fatto?

Ps. io non sono un vero cattolico....

Un cattolico praticante ha detto...

Appunto: se non sei un vero cattolico, non puoi avere la presunzione di dire agli altri come dovrebbe essere un vero cattolico! E' come se io mi mettessi a dire ai comunisti come dovrebbe comportarsi un comunista. Gesù era il figlio di Dio, aveva tutte le carte in regola per giudicare e scacciare i mercanti dal tempio. Noi siamo delle semplici persone che sbagliamo ogni giorno e non abbiamo il diritto di giudicare gli altri dal punto di vista morale, a meno che non siamo magistrati e dobbiamo giudicare chi ha commesso qualche reato. Comunque, visto che noto un certo desiderio di parlare del cattolicesimo, ricordo che tra le altre cose Gesù predicava soprattutto l'amore, il perdono, il rispetto, l'uguaglianza etc...

Fabio ha detto...

eh eh Nicola ma quanti anni hai, sembra di leggere un infante, ma non hai proprio niente da fare?

Saluti

p.s. non ho idoli (l'idolatria è una cosa che appartiene più a tipi come te), non sono un sostenitore dell'"incudine e martello" come la chiami tu! E trovo esagerato che usi parole come "lurido" e "meschino" con persone che neanche conosci, stasera a letto senza cena!

Pietro ha detto...

Quindi tu sei cosi puro che riesci a perdonare chiunque ??complimenti!!sarà ma io non ci credo.Io non ho attacato la chiesa ne i cattolici,ritorno a dire che chi sbaglia deve pagare il prezzo del propio errore.Ma perchè non ti firmi??

Vincenzo ha detto...

Siti tutti ranni schiffarati. Si avissivu tuttu lu travagghiu c'aiu eu, un pirdissivu tempu cu sti strunzati. Iti a travagghiari e vi passa lu piaciri di perdiri tempu. Ma chi semu a lu curtigghiu di na vota? Aggiorniamoci, signori, e non dimentichiamo mai di essere sopratutto castellammaresi, cerchiamo di essere tutti uniti fra noi e futtemuninni di li strani chi ni vonnu futtiri. Capito? Vincenzo

Sebastiano ha detto...

Vincenzo, tu ai ragione. Gli strani ci fottono se siamo fra noi divisi. Dobbiamo essere allora tutti uniti fra noi per non farci fottere da loro che invece ci stanno fottendo tutti. Sebastiano

Unknown ha detto...

Mi chiedo sempre come mai nei post che parlano di chiesa e dintorni i commentatori si moltiplicano a dismisura!! Allora ci siete... e come mai in tutti gli altri post preferite non intervenire? Alimentiamo la discussione anche su altri argomenti, forse è pure meglio.. Infatti, mi chiedo sempre un'altra cosa: come mai nei post riguardanti la chiesa e dintorni scoppiano sempre queste guerre a suon di insulti di ogni genere?? Giuro che non ne ho mai viste di simili in altri argomenti... ma basta scrivere la parolina chiesa che... si scatena l'inferno!!!

Anthony Morsellino ha detto...

Io credo invece che chi gestisce il blog vuole ogni tanto animare le discussioni.
E quale migliore argomento delle ingiurie sulla Chiesa?
Gli scandali attirano sempre, siano essi veri oppure no!
A mio parere un blog perde di credibilità quando decide di pubblicare simili stupidaggini, al limite del perseguibile.
Mi dispiace dirlo, ma un blog serio questo articolo non l'avrebbe pubblicato!

Fabio ha detto...

Occhei Anthony se è al limite del perseguibile denunciami! Andiamo a parlarne in tribunale e vediamo. Se poi però risulta tutto vero paghi i danni per avere definito continuamente un articolo "ingiuria" e "stupidagine", eh?

A me pare invece che nei commenti aumenta il grado di aggressività vuota in proporzione a quanto si è vacui nella vita reale! Sono sempre più convinto che è una fortuna che ci sia una religione a contenere la tua aggressività e quella degli altri "adepti" se no il danno sarebbe micidiale!

pietro ha detto...

Caro Morsellino,chi ti scrive on è un autore del blog ma un fan.Innanzi tutto i dev spiegare come mai quando è stato pubblicato l'articolo di Don faio questo blog non perdeva di credibilità,ed ora si?
dopo mi spieghi che cosa intendi per limite del perseguibile?sarò ignorante m non capisco!!allora! se qualcun pubblica un articolo che non ti conviene è al limite del perseguibile,se è il contrario no.QUESTA SI FACEVA AI TEMPI DI MUSSOLINE E SI CHIAMA CENSURA
.Se non sai cosa vuol dire te lo spiego io.Saluti.

uli55e ha detto...

Vedi, se le tue accuse fossero vere, padre Crociata sarebbe già dietro le sbarre.
Quindi non ti converrebbe andare in tribunale...
Comunque stai tranquillo, non ho né il tempo né la voglia di perdere tempo con te e con le tue manie di persecuzione.

uli55e ha detto...

Il primo era diretto a fabbbio

Questo è diretto a piero.
Avere libertà di parola non significa poter dire quello che si vuole, magari infangando il prossimo!
La tua libertà finisce dove comincia la libertà dell'altro.
Avete accertato che quanto scritto dal sedicente giornalista sia vero?

Anonimo ha detto...

Ha chiesto i soldi per la ristrutturazione? vero
E' stato mandato? vero
E NON MI PARLATE DEI 9 ANNI PERCHE' NON VALE PER TUTTI. Quindi è una cavolata il fatto dei nove anni.

Fabio ha detto...

Perché dovrebbe andare dietro le sbarre? Il problema appartiene alla Chiesa: un prete che usa il marchio della chiesa per racimolare grana a suon di lettere gogna e pubblicità via pulpito non è un delinquente, ma solo privo di morale!

Non hai tempo né voglia per discuterla legalmente ma il tempo e la voglia per dire che un articolo è illegale lo trovi. Io credo che tu sia più schiffarato di quanto vuoi far credere!

Fabio ha detto...

ah, dimenticavo: a beneficio della chiarezza ci sono decine e decine di pagine di documenti archiviati sul caso tra le lettere mandate dal prete, le segnalazioni inviate dai cittadini alle istuzioni clericali per segnalare il comportamento di padre crociata, gli articoli dei quotidiani locali e le risposte delle istituzioni. Ai tempi rispose anche il vescovo e ultimo documento in ordine di tempo è la risposta che la Congregazione per il Clero ha dato ad un cittadino del posto, la pubblico qui:

"Egregio signore, mi riferisco al Suo esposto del 5 novembre u.s., con il quale Ella ha qui segnalato il comportamento di...; assunte le opportune informazioni, mi pregio di assicurarLa che l'Autorità Diocesana non mancherà di porre in atto un intervento risolutivo del caso, nei modi e nei tempi ritenuti opportuni" [...].

Un caso lo spostamento di padre crociata, viene da dire eccheccaso! ;-)

Saluti

Anonimo ha detto...

Grande Fabio! La tua posizione si vede che è più forte dalle offese che gli altri ti fanno. Non hanno altre argomentazioni oltre all'offesa. (as)

Anonimo ha detto...

L'ultimo commento di questo Fabio testimonia perfettamente il conflitto interiore di questo pseudo-giornalista. Una parte di lui cerca di mettere in risalto tutte le pecche del clero e della chiesa in genere, mentre un'altra parte gioisce per l'intervento della Congregazione del Clero nei confronti di un prete che si è macchiato di gravi colpe, trasferendolo al confino o in Siberia, non ho capito bene.
Saranno i limiti del mio quoziente intellettivo, ma mi sento veramente frastornato. Non ho capito bene se è padre Crociata a fare schifo, oppure tutta la Chiesa, oppure tutti i Cattolici. Probabilmente qualcuno è a corto di idee e non sa cosa scrivere, per cui decide di rispolverare alcuni sui vecchi articoli pur di mettersi in mostra.

Anonimo ha detto...

Secondo me non vi conviene andare in un tribunale. L'unico reato condannabile è la pubblicazione della foto di Padre Crociata senza il suo consenso.....

Anonimo ha detto...

Cari castellammaresi, finitela di chiacchierare a sproposito perchè l'unica verità è solo questa e dopo 9 anni si gira davvero. C'è chi è contento e c'è chi non è contento, ma tutti dobbiamo girare. Anche io sono costretto ad andare dove non vorrei, ma devo andarci. Un prete.

uli55e ha detto...

Il fatto che padre Crociata pubblichi i nomi di chi paga e di chi non paga può essere un comportamento discutibile. In base a ciò l'unica accusa che si può muovere nei suoi confronti è l'ingenuità.

Nell'articolo però vengono fatte delle accuse ben più gravi:
- ESTORSIONE: il prete minaccia i fedeli di pagare;
- FRODE: il prete intasca le offerte;
E la cosa, a mio parere ancor più grave, è che estendi queste accuse a tutta la Chiesa. Queste sono accuse penalmente perseguibili sia per l'accusato, nel caso si dimostri siano vere, ma anche per l'accusatore, nel caso si dimostri siano false.

Per quel che ne so, entrambe queste accuse si sono dimostrate false.
Se avessi fatto tali accuse ad una persona qualsiasi a quest'ora avresti ricevuto una bella sfilza di querele, e non solo quelle!
La Chiesa è madre di tutti e tende a perdonare, però a volte qualche giusta punizione può servire...

PIETRO ha detto...

x uli55e
La libertà di parola vuol dire scrivere tutto quello che non va bene,senza dover conto a chi si fà riferimento sia esso un politico un prete od un mafioso.E poi quello di Fabio è un articolo si di denuncia ma è anche Satirico,cosa che molti di voi non hanno capito,forse perchè vivono con i paraocchi tipo cavalli di razza.

uli55e ha detto...

No Pietro.
Libertà di parola significa dire ciò che non va bene (e perché no, anche ciò che va bene a volte), purché però sia VERO.
E' vero anche che alcuni giornalisti hanno fatto carriera puntando sulla verità di alcune illazioni. Si tratta però di un rischio, di un azzardo che può andare o male o bene.
Al nostro sedicente giornalista stavolta è andata male.

Bisogna però riconoscergli la furbizia di aver attaccato un'istituzione che "porge l'altra guancia". Furbizia che gli ha permesso di non incorrere nelle sanzioni previste.
Nel contempo però, bisogna dire che attaccare un'istituzione che non vuole difendersi, presuppone una buona dose di codardia.

Perché il nostro pseudo-giornalista non attacca chi veramente lo chiede il pizzo?

uli55e ha detto...

... prendendo magari esempio da tanti sacerdoti che lo hanno fatto a rischio dalla propria vita??

Pietro ha detto...

il problema non è che padre Crociata è stato trasferito ma che non doveva chiedere i soldi in questo.
1) Chiedere l'offerta minima di €.50,00 non è una richiesta di offerta.
2) Leggere durante la messa i nomi di ha fatto l’offerta e di chi non ha offerto niente non è corretto,questo per me è mettere alla gogna.
3) Non si manda una lettera con richiesta di soldi, poteva benissimo chiedere se qualcuno dei commercianti voleva partecipare alla ristrutturazione della chiesa.
4) Infine una domanda,ma padre Crociata ha messo qualcosa di tasca propria per la ristrutturazione?

padre Crociata ha detto...

Ciao a tutti. Sono padre Crociata. Scusatemi per il ritardo; ma, se di te si parla male, di regola tu sei l'ultimo a saperlo. Me l'ha detto questa mattina un collega a scuola. Io, infatti, mi interesso di ben altra letteratura e, dunque, non ho l'abitudine di ricercare sul web questo tipo di cronaca. Ho visitato, pertanto, il blog, ho letto l'articolo e, infine, anche i commenti. Vi siete davvero appassionati alla vicenda e, in un certo senso, ve ne sono grato, ma non per gli insulti al povero padre Franco, che è totalmente estraneo a questo argomento. E ora andiamo al dunque.
Da quando sono prete (poco più di 30 anni) mi sono imposto il dovere della trasparenza amministrativa nei bilanci, affidati sempre a collaboratori laici. Ogni anno, dunque, ho pubblicato il consuntivo e il preventivo e l'ho pure distribuito "in folio" e "on line" su www.chiesascopellobalatadibaida.it
So, comunque, che c'è sempre in giro qualcuno che: se un prete pubblica i bilanci, pensa che essi non siano credibili; se non li pubblica, pensa che il prete non sia trasparente. Io, comunque, ho sempre pubblicato i bilanci, ovviamente redatti da persone competenti (non da me stesso).
Nel 2007, poiché le spese per la chiesa/giardino erano state maggiori del previsto (la chiesa di Scopello, infatti, ha un bilancio assai modesto, poiché riceve qualcosa solo in estate, mentre nel resto dell'anno è sempre in passivo), pensai di inviare una lettera agli operatori ecocomici del territorio, invitandoli a dare volontariamente qualcosa per la chiesa. Niente di illecito e di sacrilego in questo. Uno dei precetti, infatti, dice: sovvenire alle necessità della chiesa secondo le leggi e le usanze. L'atto di gratitudine, poi, consistette nel pubblicare (senza, però, leggerle durante la Messa) in segno di trasparenza le offerte ricevute. L'atto di ingenuità, forse, fu quello di averle pubblicate sullo stesso elenco di partenza.
La data di quella lettera è il 24 Giugno 2007. Mi è stato, tuttavia, riferito che il "giornalista", nell'intento di rendere il fatto sempre attuale e quasi permanente, ne avrebbe aggiornato più volte ed abusivamente la data.
Tanti hanno offerto ciò che hanno voluto; altri non si sono fatti sentire. Tutto normale, insomma. Con la somma raccolta, e in più un mio contributo personale di 350 euro, sono stati effettuati i restauri della chiesetta storica.
In seguito ho anche percepito che questo ragazzo, in combutta con un forestiero proveniente saltuariamente da Roma, anch'egli evidentemente della stessa pasta, avrebbe montato il "caso" scrivendo a questo e a quello. Ora ho anche letto che qualche funzionario gli avrebbe risposto, come atto dovuto e galateo istituzionale, usando il consueto fraseggio burocratico che nella sostanza non dice nulla.
A me personalmente, comunque, nessuno ha mai parlato o solamente fatto cenno a queste cose. E qui tutto finisce.
E' arrivata adesso la normale scadenza novennale (1° Novembre 1999/1° Novembre 2008)prorogata, però, di 5 mesi per consentire a padre Puma di alleggerirsi di qualche altro impegno. Ciò è avvenuto, fra l'altro, all'interno di un'ampia rimodulazione dell'assetto pastorale, che prevede l'avvicendamento periodico dei parroci ( Giornale di Sicilia, 10 Aprile 2009, pag. 20).
Ciò che asserisce il ragazzotto, dunque, è solo una montatura, nell'intento di far sapere a tutti che anch'egli esiste. E noi, in effetti, ne abbiamo già preso atto.
Se vi dicessi che lascio Scopello "con grande piacere", vi direi solo una bugia. Negli anni, infatti, si mettono a dimora tante cose e, fra l'altro, anche molti affetti; e anche parecchi fedeli mi hanno già manifestato a voce, per iscritto e per telefono il loro disappunto per questo distacco. Noi sappiamo, però, che nessuno ha stabile dimora su questa terra e che noi cristiani, soprattutto, dopo aver compiuto il nostro dovere, dobbiamo sempre considerarci servi inutili.
A differenza di tanti altri parroci, però, io non sono stato trasferito altrove, ma rimango nel territorio, poiché sono da sette anni e mezzo parroco di Balata di Baida, dove andrò in scadenza il 1° Novembre del 2010. Lo dico in anticipo e così, se quel bricconcello desiderasse montare qualche altro "caso", avrebbe tutto il tempo per farlo.
Qualcuno mi ha suggerito di querelarlo. Ma perché? Si tratta, in fondo, di un poveretto. Come farebbe a pagare l'avvocato? Dove andrebbe a prendere i soldoni per le spese processuali e per i danni morali a me inflitti?
Ho, pertanto, deciso di perdonarlo. Del resto, cari amici, è anche vero che la condotta dei cattivi, pur compiendo azioni oggettivamente non buone, può sortire persino effetti collaterali positivi. Questo giovincello, ad esempio, mi ha offerto un'occasione d'oro per potere esercitarmi nelle virtù della pazienza e dell'umiltà. Quasi quasi dovrei essergliene grato!!!
Se, infine, qualcuno di voi dovesse sentire il bisogno di ulteriori chiarimenti, integrazioni e precisazioni, potrebbe farsi comodamente leggere ed io gli fornirò certamente ogni altra informazione.
Saluti cari ed auguri per tutti...amche per "quello lì". Padre Crociata

padre Crociata ha detto...

P. S.
amche no! anche sì
padre Crociata

Fabio ha detto...

Eh eh…bello l’intervento di padre Crociata, complimenti per i toni, termini come “bricconcello”, “quello lì”, “giovincello” e “ragazzotto” sono meglio dei già abusati “sciacallo”, “asino,” “ronzino” anche se il senso è lo stesso. Naturalmente il suo intervento lo tengo da parte, ci sarà modo di usarlo, tanto qualche altra gaffe la combinerà senz’altro in futuro.

Mi spiace Anonimo ma sulla mancanza di argomenti devo dissentire: in questi giorni ho scritto tre articoli per agoravox.it (Vauro epurato, Maroni contro Crozza, censura su internet e p2) e 7 interviste. Ho consegnato una trentina di articoli per il numero di aprile di RAC Notizie alla redazione di Radio Alcamo, altri tre pezzi per Lo Strillone (una rivista di controinformazione, www.lostrilloneweb.it) e i testi per Onde Radio una trasmissione di Radio Sapienza. In più tra un po' vado al Teatro delle Vittorie per carpire commenti a caldo durante la diretta di AnnoZero e preparo un altro articolo. Non sono gli articoli che mancano, è che il caso di Padre Crociata è curioso e merita di essere raccontato. Le pecche di un prete, sommate a quelle di altri preti, i titoli agguerriti di giornali come l’Osservatore Romano e l’Avvenire e le dichiarazioni sempre più paradossali del Papa raccontano bene quale crisi sta affrontando questa istituzione. L’articolo comunque racconta un caso solo, il resto viene da se ed ognuno trae le sue conclusioni. Non ho gioito cmq per l'intervento della Congregazione del Clero (sono istituzioni leggittimate solo da patti e concordati che risalgono ai tempi di Mussolini e che non riconosco perché non rispondono alla legge italiana), ho solo pubblicato il testo dell’ultima di tante lettere a beneficio della chiarezza.

A Uli55e (a cui piace scrivere in nome e per conto della chiesa come fosse un portavoce) e a Padre Crociata – quel bricconcello – in merito alle continue minacce di querela dico che non ho problemi, se volete vedere se quanto scritto è penalmente perseguibile fate pure. Portiamo le rispettive motivazioni e vediamo chi la spunta! Il mio avvocato comunque è Giuseppe Benenati.

Su Anthony Morsellino voglio spendere due parole, l'ho conosciuto ad "Una nota per" e poi su Alcamo.it: è un personaggio da battaglia (di quelli che potrebbero essere definiti con un neologismo: fondamentalisti cattolici): passa le giornate su alcamo.it a commentare tutti i post riguardanti la religione (e solo quelli) utilizzando i nick name Uli55e e p3n3lope. Interviene decine e decine di volte portando i commenti anche a diventare centinaia ma trasformando il dialogo in dibattito accesissimo che poi alla lunga stanca e diventa qualcosa di vuoto e fortemente polemico. Usa il movimento missionario "Per chi Soffre" come una trincea, creando continui tafferugli e delegittimandone l'operato a suon di polemiche sui blog!

Per quanto riguarda le repliche io mi fermo qui, ritengo di avere risposto ampiamente davvero a tutto e il resto è tutto contenuto nell'articolo, ulteriori commenti servirebbero solo a dare libero sfogo a istinti primordiali repressi durante il giorno e poi liberati via web (dove distanza, anonimato e il muro dato dallo schermo di un pc permettono di alzare i toni).

Saluti a chi è intervenuto e a chi continuerà a farlo. Saluti, Fabio

uli55e ha detto...

E che ci vuoi fare Fabio, non sopporto chi dice fesserie e chi se la prende con chi non può difendersi.
A causa dei tuoi "scoops" alla "AnnoZero", persone che conosco e a cui voglio bene hanno passato brutti quarti d'ora, e senza che ci fosse niente di vero!

Sei davvero un individuo pericoloso e da tenere d'occhio, e se continui così prima o poi lo trovi qualcuno che ti porta in tribunale o peggio.

Spero che un giorno tu possa capire che stai sbagliando e magari, perché no, potremo diventare pure amici.

Anonimo ha detto...

non mi sembra un dialogo costruttivo....ci sono un sacco di commenti sempre degli stessi..... ma perchè non fate una cosa:
premesso che mi rivolgo a fabio ed a anthony, ma perchè non vi vedete dal vivo e vi prendete a legnate seriamente. così almeno uno di voi capirebbe che la deve smettere finendo di imbrattare i post con commenti fuori tema, inopportuni e privi di contenuti?
saluti da un frequentatore assiduo dei blog

Castello Libero ha detto...

Ciao a tutti, sono uno degli amministratori di questo blog. Personalmente non mi interessa entrare in questa polemica che si è venuta a creare su questo post...chissa perchè poi, eppure ne riportiamo tante di notizie (e spesso anche più forti e pesanti di questa), l'unica cosa che ci tengo a precisare è che non mi va che qualcuno metta in dubbio la serietà di questo blog, come ha fatto il Sig. Morsellino, solo perchè chi scrive un'articolo la pensa diversamente da lui.
Ognuno fa giornalismo a suo modo, che può piacere o meno; nessuno ti obbliga a leggere un articolo che non ti piace, come nessuno può obbligare me a vedere il telegiornale di Emilio Fede, il quale ( mi piaccia o no) resta comunque un giornalista.
Per questo motivo, se questo blog non ti piace, basta che non lo frequenti, perchè sappi che per uno come te che mette in dubbio la serietà del nostro lavoro, ne trovo altri 200 che il nostro lavoro lo apprezzano giornalmente ( e per me parlano le statistiche di frequentazione del blog).
Arrivederci a tutti....

Castello Libero ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
anonimo ammiratore dei ragazzi di Libera ha detto...

Eh no, Alessio. Non puoi avere la coda di paglia! L'autore dell'articolo scritto diversi mesi fa e pubblicato a suo tempo in altri posti, si è assunto tutte le sue responsabilità per quello che ha scritto ed in un certo senso ha anche risposto alle critiche, sebbene con argomentazioni molto discutibili. Tu che sei un autore del blog non puoi rispondere alle critiche dicendo che se non ti va bene non sei obbligato a leggere quello che è stato pubblicato.
Vorrei soltanto chiederti alcune cose, con la massima calma e serenità:
1. prima di pubblicare una notizia, ti sei documentato ed hai provato a verificare la veridicità di quello che è scritto?
2. credi che sia corretto accostare una richiesta di elemosina (anche se in maniera critcabile dai "benpensanti") ad una richiesta estorsiva o di pizzo?
3. pensi che associare l'operato di un prete a quello di Dio possa risultare offensivo verso chi crede in Dio?
4. ti meravigli che si sia scatenata una lunga discussione su questo blog, ma non credi che possa essere normale replicare ad un così duro attacco nei confronti di una persona?

Spero che avrai la pazienza di rispondermi con tranquillità, successivamente, se preferisci, non verrò a leggere più questo blog. Un anonimo ammiratore dei ragazzi di Libera

Anonimo ha detto...

....dimenticavo:
Cosa pensi ci sia di attuale in un articolo che fa riferimento a fatti avvenuti quasi 2 anni fà?

Castello Libero ha detto...

Accetto volentieri un confronto calmo e sereno se è davvero quello che mi chiedi (anonimo ammiratore dei ragazzi di Libera). Ti risponderò dicendo che quello che si è detto nel post a mio avviso sembra attendibile fermo restando che non l'ho scritto io e che il tema è trattato con ironia, come sempre avviene negli articoli dell'amico Fabio;d'altronde come dici tu stesso si tratta di una "richiesta di elemosina anche se in maniera critcabile", ed è quello che trovo criticabile anche io. Per il resto non trovo che il post sia offensivo nei confronti di tutti coloro che credono in Dio, tutt'al più in certi casi è una critica al'istituzione Chiesa, che è chiaramente la posizione dell'autore dell'articolo (libertà di pensiero e di parola...no?)
detto questo...spero di avere chiarito la mia posizione, e spero che continuerai a essere tra i nostri estimatori e a confrontarti con noi in maniera serana come tu, a differenza di altri, hai fatto fino ad oggi.

Anonimo ha detto...

Povero Fabio! tu una piccola scarfogghia e il prete una grande quercia

Anthony ha detto...

@Alessio
Mi scuso se il tono del mio commento è sembrato un pò aggressivo. Non metto in dubbio che il vostro lavoro sia degno di rispetto, ma a mio parere, se posso anch'io esprimerlo, pubblicare questo articolo è stato un errore, per tutti i motivi che tanti hanno messo in evidenza.

Se ciò che ha scritto l'autore corrispondesse al vero, non ci sarebbe stato motivo di intervenire. Però il 90% di quanto viene affermato nell'articolo è falso, malgrado tu lo consideri attendibile.

Per i cattolici la Chiesa è un'importante istituzione, paragonabile ad una madre. Se con ironia qualcuno prendesse in giro o peggio ancora offendesse tua madre, tu che faresti? Sorvoleresti dato che c'è l'ironia? Ne dubito...
E malgrado quello che pensi tu, l'articolo insinua accuse molto gravi nei confronti della Chiesa e del sacerdote in questione.

Di certo non facciamo come i musulmani che condannano a morte chiunque manchi di rispetto alla loro fede, ma è giusto manifestare, in regime di libera espressione, il proprio dissenso quando il rispetto verso un credo viene a mancare.
Oppure pretendi che i cattolici, in quanto tali, non hanno diritto di replica?

Castello Libero ha detto...

Non mi sembra di aver mai detto che fosse sbagliato replicare a questo post, come a tutti gli altri, anzi lo spirito di questo blog è proprio quello di esprimere il proprio pensiero e ovviamente il proprio dissenso con il pensiero degli altri, purchè lo si faccia sempre mantenendo il rispetto delle posizioni diverse dalle nostre. Lo società civile si basa sulle differenze di pensiero e guai se così non fosse, l'omologazione è proprio quello che bisogna combattere a mio modo di vedere....
E con questo vi lascio al vostro dibattito chiedendovi di mantenere bassi i toni...non penso di dovere intervenire ancora, ho già espresso più che chiaramente il mio pensiero.
Ciao ragazzi

PIETRO ha detto...

So che padre Crociata ha scritto un libro su Castellammare,a quanto dice lui molte teste cadranno,chi mi dice che quanto scritto da padre crociata sia il vero?
A già è un prete lui dice sempre la verita.................!!
ma vi rendete conto di quello che scrivete,io sono comunista ma non ho mai preso le difese di un compagno che ha sbagliato.Io difendo i miei ideali,le mie convinzioni, ma se qualcuno che si nasconde dietro agli stessi ideali usa gli stessi per fare quello che vuole,allora no questa persona deve essere allontanata.
PS I COMUNISTI NON MAGIANO I BAMBINI, CAPITO! ;-)

Anonimo ha detto...

........il prete, consapevole del fatto che non basta spolpare solo i fedeli che si presentano alla messa (le offerte sono libere, nessuno viene "spolpato").....
....Padre Crociata è di quelli ne sa una più del diavolo! (si commenta da sola)......
....la strana richiesta che è risuonata quasi come una estorsione (addirittura!).....
...C’è da chiedersi se quanto dichiarato corrisponda poi al vero, visto che le entrate per matrimoni e battesimi sono solitamente nettamente superiori alle cifre dichiarate, ma è meglio non stare qui a chiedersi se dio lavora in nero o fa evasione fiscale (insinuazioni fatte senza nessuna prova. PS: lascia stare Dio, che non c'entra proprio niente!)...
...nel corso della messa avrebbe letto i nomi dei contribuenti (non è vero per niente, le offerte sarebbero state pubblicate su un foglio messo in bacheca)...
...la sua iniziativa, ribattezzata “lettera gogna”, avrebbe alzato un vespaio inimmaginabile e il 19 aprile – epilogo della vicenda – l’ingegnoso prete dovrà lasciare la parrocchia a padre Puma (non è vero, il prete lascia la chiesa perchè scadono i 9 anni, non per il "vespaio")....
Ci sono altri passaggi abbastanza discutibili, ma lasciamo perdere. La libertà d'informazione non consiste nello scrivere qualunque cosa si voglia, anche cose non vere al fine di colpire una persona. Quanto alla satira, poi, lasciatela fare a chi è in grado di farla. Più che una notizia, mi sembra un pettegolezzo, fra l'altro ormai datato!

Anonimo ha detto...

Padre Cruciata non merita risposta.
Vorrei solo chiarire ai lettori un punto nella lettera dell´ ex- Parroco di Scopello ossia quello in cui dice di non sapere nulla e che avrei scritto a ²questo e quello" e che"un funzionario" ha risposto ad una mia lettera.

Ho scritto al Cardinale Claudio HUMMES Prefetto per la Congregazione per il Clero -Cittá del Vaticano ,che sarebbe la istituzione Vaticana che si occupa dei Sacerdoti.
La risposta al mio Esposto non mi é pervenuta da un"funzionario" ma dal Sottosegretario (normalmente come minimo un Monsignore)e mi é stata recapitata tramite la NUNZIATURA APOSTOLICA di Vienna.
Essa dice" Egregio Signore,
mi riferisco al Suo Esposto del 5 novenbre u.s.,con il quale Ella ha qui segnalato il comportamento di Don Antonio Michele Crociata,parroco di Scopello.
Assunte le opportune informazioni,mi pregio assicurarLa che lÁutoritá Diocesana non manchera´di porre in atto un intervento risolutivo del caso,nei modi e nei termini ritenuti opportuni." e chiude con i saluti.
Ve lo immaginate un oscuro funzionario che scrive su carta intestata della Congregatio Pro Clericis,e poi prega qualche "funzionario" della Nunziatura di Vienna di farmi recapitare la lettera.
Se dal Vaticano mi si scrive"assunte le opportune informazioni" per me si sono informati e verificato quanto da me scritto. Se poi veramente nessuno ha chiesto qualcosa a Padre Crociata sull´ argomento é un fatto che sa il Vescovo.
Tanto per correttezza nei confronti dell´ISTITUZIONE CHIESA che non scrive tanto per fare contento qualcuno.
Un cordiale saluto.
Dott. Giovanni Sambucci

Mariagrazia ha detto...

Fabio, sei veramente un provocatore. Penso anche che sei un indemoniato. Mariagrazia

vito ha detto...

La finiamo di offendere a Fabio? Ma state dicendo vero? Vergognatevi! Come fate ad offendere una persona che scrive un articolo ed esprime il suo pensiero. E poi Fabio è un grande. Siete vergognosi. Siete privi di neuroni ntu ciriveddu e quando si parla di chiesa vi si offusca la vista e non capite più niente. E poi come si fa a vivere con gli occhi bendati per tutta la vita? Non avete un minimo di senso critico e la satira vi piace solo quando la subiscono gli altri (vedi vignette su Maometto). Saluti.

Fabio ha detto...

eh eh tranqui Vito, non mi offendo: messaggi come quello di Mariagrazia (visto che fortunatamente è finita l'inquisizione e almeno non si rischia di finire al rogo con accuse di possessione o stregoneria) sono anche divertenti e fanno capire quale livello ricopre la chiesa ed i suoi fedeli che nel 2009 parlano ancora di indemoniati. Loro esorcizzerebbero tutto quello che non capiscono, ma è colpa dei dogmi che gli hanno imposto ingiustamente e che li tengono tristemente ancorati ad una verità assoluta e unica: "La chiesa è giusta, la religione non sbaglia mai! Quindi sbaglia chi dice il contrario!", per questo poi diventa così facile smontare il giocattolo e farli innervosire quando quel paradigma viene meno per colpa di qualche "rappresentante di dio" :-) grazie per la stima Vito e un saluto anche al dottor Sambucci che vedo con piacere che ha deciso di intervenire.

A Mariagrazia dico solo che ogni tanto mi capita di girare la testa di 360 gradi bestemmiando e vomitando verde ma sto curando il fastidio con docce di acquasanta. Devo dire che fanno... miracoli! ;-)

Saluti

Fabio

Anonimo ha detto...

Chi ha nel tempo avuto modo di conoscere il Crociata non può che restare sconcertato alla lettura del suo intervento, immaginarlo intento ad esercitare la virtù della pazienza e dell'umiltà...davvero si fà fatica, sull'etica morale del Crociata anche la chiesa ha avuto a suo tempo delle perplessità, allontanandolo, da giovane, dal seminario, salvo poi recuperarlo in età adulta ( non si butta via niente ) nel frattempo il Crociata ha dato il meglio di sè nella scuola di stato esercitandosi a condizionare i cervelli di tanti giovani, per fortuna non sempre con successo, che dia del poveretto al Fabio non sorprende è nel suo stile.

Iva Zanicchi ha detto...

cento... cento... cento.. !!!!

quasicieco ha detto...

e basta........... avete rotto le palle con questi litigi!!!!

Andrea ha detto...

Mariagrazia ha ragione. Anch'io sono convinto che Fabio & C. sono una setta satanica. Andrea.

Anonimo ha detto...

Io invece, agli autori del blog vorrei chiedere se per loro è giusto pubblicare un articolo che ha soltanto lo scopo di demolire la dignità di una persona basandosi su supposizioni ed insinuazioni. Chi mi risponde per favore?

Anonimo ha detto...

io invece vorrei chiedere a tutte le persone che sono intervenute in questa discussione, come mai nn mettono la stessa passione, voglia di discutere pure sugli altri articoli?? Ho visto che sono stati aggiunti altri 3 articoli... Le discussioni si infiammano solo per queste cose? Allora consiglio agli amministratori di questo blog di pubblicare più spesso articoli di questo genere, visto che hanno tutto questo successo... :)

Anonimo ha detto...

ei anoniomo,su cosa basi la tua idea che tutti mentano meno uno

Anonimo ha detto...

maria grazia la tua arguzia ed il tuo equilibrio mi intriga vorrei tanto conoscerti ...che bello sarebbe andarsene insieme per messe nere !!!! resto in attesa - tuo LUCIFERO

Anonimo ha detto...

Padre Crociata forse voleva ingaggiare delle veline...non era male come idea però!

Anonimo ha detto...

....se siete alla ricerca di audience, allora fate bene a pubblicare pettegolezzi. Bravi!

Anonimo ha detto...

Ma stai babbiando? Ma che pettegolezzi? Ci sono le prove come ci ha dimostrato il Dott. Giovanni Sambucci. Informati prima di dare sentenze!

pietro ha detto...

chiedete a padre crociata cosa pensa di Giovanni Falcone e paolo Borsellino.

NICOLA ha detto...

Fabio,ma chi fini facisti...!!!Da quando Mons. Crociata si è fatto sentire,non ti sei fatto più vivo...???Questa lettera ti misi un tappu mmucca.Adesso che dovevi proprio rispondere al diretto interessato ti isti ammucciari...Beddu sì...!!!Hai perso,te ne sei uscito da perdente, tu insieme ai tuoi fratelli idolatri, sei solo un vigliacco COMUNISTA SPARRITTERU...

Anonimo ha detto...

Nicola... Fabio ha già risposto!!!! Arruspigghiati e levatilli li paraocchi...

Anonimo ha detto...

Il NICOLA scrive male (magari è andato poco a quoolaa) ed a leggere non ci pensa proprio (troppo impegnativo) Fabio a risposto al prof. cruciata con buone argomentazioni e tempestività, che il NICOLA non abbia compreso?

Anonimo ha detto...

LUCIFERO X MARIA GRAZIA - dove sei? concretizzati!!!!

Anonimo ha detto...

Nicola sei la chiesa fatta persona!

Anonimo ha detto...

quante cazzate.... ridicoli! Stò blog mi ha deluso....

Paola da C/mare ha detto...

Veramente dopo la "mala fiura" di Fabio...non ha più senso commentare questa pagliacciata di gossip scaduto!
Padre Crociata praticamente ha chiarito che Fabio (come nella quasi totalità delle sue gossippate" ha detto parecchie palle, cambiando la notizia a suo piacimento e aggiungendo cavolate tutte sue!
Vista la veridicità delle sue panzanate..ehm scusate "articoli giornalistici"...fa passare la voglia di leggerli!
Io gli consiglierei di passare a lavorare per novella 2000 o simili...è molto più adatto!

Anonimo ha detto...

A me non sembra scaduto...anzi! Ma scusate, un domanda mi viene leggendo Paola, Andrea, Mariagrazia e lo stesso prete: ma la gente di chiesa sa solo insultare? Se questo è lo stile di questa religione (aggressiva, maniacale, ossessiva) preferisco sapervi dentro le chiese che in giro per le strade. Mi fate paura!

Anonimo ha detto...

Cari Paola,Andrea,Mariagrazia
perché non volete accettare la Realtá.
Il Vaticano ha attuato quanto scritto al dottore Sambucci padre Crociata non é piú il parroco di Scopello e Fabio ha descritto semplicemente la realtá.
Insultare chi non la pensa come noi,specie quando dice il vero- dimostra che non é un buon cristiano.

NICOLA ha detto...

Sarò pure ignorante x molti,ma non avete capito nulla e mi sorprendete...La mia ignoranza è in materia di "SPORCO COMUNISMO",questo ci tengo a precisarlo...E non mi interessa pertanto cimentarmi o approfondire questa cultura satanista!!!A quanti rispondono ai miei commenti non firmandosi dico solo che siete un pugno di miseri ipocriti e senza attributi...Pertanto i miei commenti volgono al termine con quest'ultimo,in quanto rendendomi conto che stò dando troppa importanza,col scendere così in basso, a dei luridi sciacalli e vigliacchi COMUNISTI SPARRITTERI...Per quanto riguarda Paola volevo complimentarmi per i tuoi commenti ma senti, levaci l'acqua,con dei tipi del genere...Megghiu perdili chi straperdili...Lassali fetiri...Un bacio ad Asmodèo(FABIO)mi mancherai.NICOLA

Anonimo ha detto...

Ribadisco! Il Dott. Giovanni Sambucci ci ha sbattuto in faccia la veridicità dell'articolo. perchè continuate a difendere l'indifendibile?

Fabio ha detto...

Nicola - che chiede agli altri di "lassari fetiri" ma poi continua a commentare perché non riesce a farne a meno - ha risposto, facendo il sunto perfetto e impeccabile del pensiero di questi cattolici moderni, anzi, post-moderni: "chi racconta fatti gravi legati alla chiesa (anche se veri) è uno sporco comunista-lurido-vigliacco-sciacallo-satanista".

Ricorda i tempi dell'asilo oltre che rappresentare tristemente ciò che è diventata la religione cattolica: una raccolta di insulti e aggressività latenti, lontanissimi dal pensiero del porgi l'altra guancia! Una religione di pancia e nervi. Il livello del termine "Sparritteri" poi è più grave. Se l'idea a C/Mare è ancora quella che fare informazione vuol dire fare la spia, allora siamo ancora alla mentalità della malavita organizzata, del "infame, guardati il tuo e non rompere la m...". Poi ci chiediamo perché il paese non riesce a fare quel passetto avanti che lo liberi dal marchio di "paese commissariato"...

saluti ed esorto Paola,Andrea,Mariagrazia,Nicola e padre Crociata a continuare così: è grazie a tipi come voi se la chiesa è in crisi! :-) Ciao, Fabio

PIETRO ha detto...

NICOLA ADESSO MIA HAI ROTTO,,TU SEI UN POVERO PAZZO CHE HA BISOGNO SOLO DI SFOGARSI,CURATI OFFENDI PERSONE CHE NEANCHE CONOSCI PRIMA DI USARE CERTI TERMINI ESCI DAI TUOI CANONI E CONOSCICHI SONO STATI I COMUNISTI IN ITALIA GENTE COME PIO LA TORRE,BERLINGUER ,PEPPINO IMPASTATO,ROSTAGNO,ECC ECC QUELLI COME TE RINNEGANO IL BENE FATTO DI MADRE TERESA,PADRE PULGISI,E DON CIOTTI CHE ATTRAVERSO I LORO GESTI, HANNO PROVATO A DARE ALLA CHIESA QUEL POCO DI D'IGNITA CHE TU CANCELLI.
VERGOGNATI.
UN comunista-lurido-vigliacco-sciacallo-satanista".

Anonimo ha detto...

Il livello così basso della discussione si può spiegare considerando il livello dell'articolo di partenza. Ma credete veramente che i problemi del paese siano questi? Ma quale "scomoda" Verità credete abbia rivelato l'articolo? Ma quale grave importanza potrà mai avere la maniera di come un prete chiede l'elemosina? Sfido l'autore, visto che crede di essere un eroe delle ingiustizie del paese, a provare a scrivere un articolo di denuncia sull'operato di qualche mafioso ancora a piede libero.

Fabio ha detto...

Appena ce ne sarà occasione lo farò (come ho già fatto in passato). Non è che servizi di quel genere escono fuori dal cilindro per magia. Sono il risultato di segnalazioni, documentazioni, interviste. Ore e ore di lavoro per poi farli leggere a tipi come te, caro anonimo. Però volendo, se tu, anonimo, sai qualcosa prova a scriverla. Informaci, passa dall'altra parte...oh anonimo.

Giovanni ha detto...

Domenica sono stato a Scopello per il passaggio del mandato fra padre Crociata e padre Puma. Quanta gente ho visto piangere e chi non piangeva aveva gli occhi lucidi. Dopo la messa ho ascoltato quello che si diceva e tutti sono contro la scadenza dei nove anni e tutti vicini al prete che non pensavo così tanto amato e stimato da tutti i fedeli. Fabio, infatti, è un infedele e perciò non può capire queste cose. Gli hanno dato in ricordo e per gratitudine una grande targa di oro massiccio. Mentre in questo blog ho letto tante meschinità, pettegolezzi, falsità. Ma veramente grande è la differenza che c'è fra l'oro e il fango. E questo blog me lo ha fatto costatare. Giovanni castellammarese.

Anonimo ha detto...

dai tranquilli ... ci stà dentro tutto quà, in fondo a leggere gli interventi esce fuori uno spaccato significativo del sentire della gente di castellammare, persone come NICOLA( che magari non ha studiato e/o ha subito dei traumi da bambino)davvero devono farci riflettere su quanta strada la nostra comunità ha da percorrere prima di liberarsi da pregiudizi e luoghi comuni senso di asservimento acritico al potere costituito. Coraggio, non siamo messi bene, ma molti degli interventi sono di giovani intelligenti, andrà meglio, non mollate e continuate ad incazzarvi. TOTO COTUGNO

Anonimo ha detto...

l'oro è padre Crociata? menomale che l'nferno non cè!!!!!

Paola ha detto...

Fabio...l'ultimo mio commento..ma lo devo dire!

1)Intanto ti comunico che la Chiesa per qnt in "crisi" possa essere..non cesserà MAI di esistere..sai perchè? L'ha fondata un certo Gesu Cristo...e lo ha detto: Le tenebre non prevarranno su di essa! Quindi un po di rassegnazione...la Chiesa è stata fondata da Dio fatto uomo, non da 4 vescovi! Ricordi ai tempi delle crociate? La Chiesa sprofondò nella vergogna e nell'errore! Bene...ci fu un certo S.Francesco che la risollevò! Ogni periodo di "crisi" ha i suoi Santi che la "ripuliscono"

2) Io non dico affatto di essere una brava cristiana..magari lo fossi! Ma mi sforzo ogni giorno a cercare la verità e soprattutto a non fare male a nessuno! Lo so che sono un essere misero...ma non per questo ci rinuncio! Persone come me, come hai detto tu...possono pure far entrare nuovamente in crisi la Chiesa oppure fare vergognare Dio...ma almeno Lui è infinitamente misericordioso...e io non ho paura!

Con questo...chiudo definitivamente i miei interventi... Vi auguro una buona settimana ragazzi!! Ciao!!

Faber ha detto...

(Dietro Ogni Blasfemo C'è Un Giardino Incantato)

Mai più mi chinai e nemmeno su un fiore,
più non arrossii nel rubare l'amore
dal momento che Inverno mi convinse che Dio
non sarebbe arrossito rubandomi il mio.

Mi arrestarono un giorno per le donne ed il vino,
non avevano leggi per punire un blasfemo,
non mi uccise la morte, ma due guardie bigotte,
mi cercarono l'anima a forza di botte.

Perché dissi che Dio imbrogliò il primo uomo,
lo costrinse a viaggiare una vita da scemo,
nel giardino incantato lo costrinse a sognare,
a ignorare che al mondo c'e' il bene e c'è il male.

Quando vide che l'uomo allungava le dita
a rubargli il mistero di una mela proibita
per paura che ormai non avesse padroni
lo fermò con la morte, inventò le stagioni.

... mi cercarono l'anima a forza di botte...

E se furon due guardie a fermarmi la vita,
è proprio qui sulla terra la mela proibita,
e non Dio, ma qualcuno che per noi l'ha inventato,
ci costringe a sognare in un giardino incantato,
ci costringe a sognare in un giardino incantato
ci costringe a sognare in un giardino incantato.

Anonimo ha detto...

Bella la canzone! Peccato che per questa storia forse si addice di più questa:

Un giudice (Fabrizio De Andrè)

Cosa vuol dire avere
un metro e mezzo di statura,
ve lo rivelan gli occhi
e le battute della gente,
o la curiosità
di una ragazza irriverente
che si avvicina solo
per un suo dubbio impertinente:

vuole scoprir se è vero
quanto si dice intorno ai nani,
che siano i più forniti
della virtù meno apparente,
fra tutte le virtù
la più indecente.

Passano gli anni, i mesi,
e se li conti anche i minuti,
è triste trovarsi adulti
senza essere cresciuti;
la maldicenza insiste,
batte la lingua sul tamburo
fino a dire che un nano
è una carogna di sicuro
perché ha il cuore toppo,
troppo vicino al buco del culo.

Fu nelle notti insonni
vegliate al lume del rancore
che preparai gli esami.
diventai procuratore
per imboccar la strada
che dalle panche d’una cattedrale
porta alla sacrestia
quindi alla cattedra d’un tribunale,
giudice finalmente,
arbitro in terra del bene e del male.

E allora la mia statura
non dispensò più buonumore
a chi alla sbarra in piedi
mi diceva Vostro Onore,
e di affidarli al boia
fu un piacere del tutto mio,
prima di genuflettermi
nell’ora dell’addio
non conoscendo affatto
la statura di Dio.

Anonimo ha detto...

PS: nella terza strofa sostituire la parola procuratore con diffamatore

Anonimo ha detto...

ah ah usare De André come arma (sempre gli stessi sti cattolici guerrafondai). Ok lo faccio anch'io. Il Testamento di Tito.

Non avrai altro Dio, all'infuori di me,
spesso mi ha fatto pensare:
genti diverse, venute dall'est
dicevan che in fondo era uguale.
Credevano a un altro diverso da te,
e non mi hanno fatto del male.
Credevano a un altro diverso da te
e non mi hanno fatto del male.

Non nominare il nome di Dio,
non nominarlo invano.
Con un coltello piantato nel fianco
gridai la mia pena e il suo nome:
ma forse era stanco, forse troppo occupato
e non ascoltò il mio dolore.
Ma forse era stanco, forse troppo lontano
davvero, lo nominai invano.

Onora il padre. Onora la madre
e onora anche il loro bastone,
bacia la mano che ruppe il tuo naso
perché le chiedevi un boccone:
quando a mio padre si fermò il cuore
non ho provato dolore.
Quando a mio padre si fermò il cuore
non ho provato dolore.

Ricorda di santificare le feste.
Facile per noi ladroni
entrare nei templi che rigurgitan salmi
di schiavi e dei loro padroni
senza finire legati agli altari
sgozzati come animali.
Senza finire legati agli altari
sgozzati come animali.

Il quinto dice "non devi rubare"
e forse io l'ho rispettato
vuotando in silenzio, le tasche già gonfie
di quelli che avevan rubato.
Ma io, senza legge, rubai in nome mio,
quegli altri, nel nome di Dio.
Ma io, senza legge, rubai in nome mio,
quegli altri, nel nome di Dio.

Non commettere atti che non siano puri
cioè non disperdere il seme.
Feconda una donna ogni volta che l'ami, così sarai uomo di fede:
poi la voglia svanisce ed il figlio rimane
e tanti ne uccide la fame.
Io, forse, ho confuso il piacere e l'amore,
ma non ho creato dolore.

Il settimo dice "non ammazzare"
se del cielo vuoi essere degno.
guardatela oggi, questa legge di Dio,
tre volte inchiodata nel legno.
guardate la fine di quel nazareno,
e un ladro non muore di meno.
Guardate la fine di quel nazareno,
e un ladro non muore di meno.

Non dire falsa testimonianza
e aiutali a uccidere un uomo.
Lo sanno a memoria il diritto divino
e scordano sempre il perdono.
Ho spergiurato su Dio e sul mio onore
e no, non ne provo dolore.
Ho spergiurato su Dio e sul mio onore
e no, non ne provo dolore.

Non desiderare la roba degli altri,
non desiderarne la sposa.
Ditelo a quelli, chiedetelo ai pochi
che hanno una donna e qualcosa:
nei letti degli altri, già caldi d'amore
non ho provato dolore.
L'invidia di ieri non è già finita:
stasera vi invidio la vita.

Ma adesso che viene la sera ed il buio
mi toglie il dolore dagli occhi
e scivola il sole al di là delle dune
a violentare altre notti:
io nel vedere quest'uomo che muore,
madre, io provo dolore.
Nella pietà che non cede al rancore,
madre, ho imparato l'amore.

Fabio ha detto...

Salve gente, penso che l'argomento si sia esaurito e sia già bello che discusso (a chi continua a parlare di diffamazione cmq ribadisco per l'ennesima volta che è tutto vero, fatevene una ragione). Vedere continuare a salire il contatore dei commenti (alcuni deliranti, altri spassosi come quelli che usano le canzoni di DeAndré) di un aneddoto che ha il suo epilogo nella storia stessa - mentre altri argomenti che meritano dibattito vengono lasciati nell'indifferenza - è a mio avviso l'ennesimo cedimento sociale: sintomo che a C/Mare si vuole parlare ancora, sempre e solo di religione! Un passo indietro mentale, storico e fisico di un territorio che merita di più di un'inquisizione!

Chiudo dicendo che nel week end sono a C/Mare, sabato sera sono alla Cantina Aurelia, invito tutti i commentatori sprezzanti del fan club di padre crociata a raggiungermi, voglio vedere in faccia chi da dietro una tastiera (con la tranquillità dell'anonimato o di un nome generico) riesce a scrivere cose come sporco comunista-lurido-vigliacco-sciacallo-satanista-indemoniato-contapalle facendo sprofondare la nostra realtà al 500 o giù di lì.

Ai vari "cattolici-pacifici" Paola,Andrea,Mariagrazia,Nicola e Anonimi dico: "venite a confrontarvi dal vivo", sono curioso di sentire i vostri argomenti fuori dalle due righe di insulti scritte di getto su un blog ;-)

Saluti. Fabio

pietro ha detto...

Fabio,il primo ad usare De Andrè sono stato io, e naturalmente era in tua difesa. Un blasfemo è uno dei pezzi più belli di De Andrè,e ti fa capire quanto certi personaggi che si nascondono dietro la parola di Dio,usano la stessa per puntare il dito,su chi non la pensa come loro,sui comunisti,sulle coppie di fatto,aborto ecc ecc. Comunque torno a ribadire la mia piena solidarietà nei tuoi confronti

Savonarola ha detto...

Paola,Andrea,Mariagrazia,Nicola,Antonhy ma dove eravate durante l’ultima riunione della santa inquisizione? Gaurdate che così non và.Alle riunione ci dobbiamo essere in tanti,Comunque abbiamo deciso di ardere 40 streghe 15 untori ma non sappiamo che fare di questo Fabio.

Anonimo ha detto...

Allora Fabio, ci vediamo alla Cantina al calar del Sole. La scegli tu l'arma?
Per la cronaca: il primo che ha puntato il dito contro qualcuno è stato l'autore dell'articolo, con l'articolo stesso, che si può definire veramente una specie di processo alle intenzioni, degno, questo si, della peggiore inquisizione.
Fra l'altro è stato anche lui ad aprire il discorso sulla religione, seguito da molti atei che vorrebbero insegnare ai cattolici a fare i cattolici, consigli molto graditi comunque, perchè il cattolico è consapevole di poter sbagliare e deve anche sapere pentirsi e perdonare.

Anonimo ha detto...

Per quanto mi riguarda non capisco proprio perchè molti ce l'hanno a morte con la chiesa ed i suoi fedeli. Nessuno vi obbliga a credere in Dio, a fare beneficienza o altro.

Anonimo ha detto...

-Una cosa é chiedere una offerta;
altra cosa é pretenderla per il fatto che "la gente che viene a messa,poi spende nei vostri locali"
Inaccettabile é che poi vicino ad ogni nome venga messo quanto ha dato.In tal modo tutti sanno che Fabio (ricco) ha dato 1 mentre Arturo (povero) ha dato 10 e Mariuto (ricchissimo) non ha dato nulla.
Andate a leggere quanto ha scritto nelle lettere di richiesta Padre Crociata e poi riflettete.

Anonimo ha detto...

Allora, ammesso che il modo di chiedere l'offerta non è stato dei più ortdossi ed è criticabile. Ok. Nessuno ha il prosciutto sugli occhi e, anche se a molti può sembrare strano, ogni buon cristiano ragiona con la sua testa e sa capire qual'è il limite da non superare. Ora però, se l'errore, se così si può chiamare, è stato fatto, la cosa non giustifica alcuni passaggi dell'articolo piuttosto pesanti, come quando si insinua che le entrate nella chiesa di Scopello siano superiori a quanto dichiarato, oppure quando si cerca in tutti i modi di collegare il cambio di sacerdoti di routine con la vicenda, cosa che non c'entra niente. Qui sembra che ci sia un disegno ben preciso che è quello di parlare male a tutti i costi di una persona e di una istituzione in cui molti credono, per non parlare poi del fatto che non era proprio il caso di metterci in mezzo anche il Padreterno! La volontà dell'autore era già stata dimostrata in passato con la storiella dello "sbattezzo", ricordate? Però, poi, non mi spiego come mai uno che la pensa in un certo modo, va a presentare uno spettacolo organizzato e finanziato dalla Diocesi di Trapani. Ma si, tanto... tutto fa brodo, purchè l'audience sia alta!! Quì non si tratta di insultare o offendere l'autore o gli altri, infatti mi dissocio da tutti i commenti offensivi. Si tratta semplicemnte di riflettere meglio sui punti di vista antagonisti.

Anonimo ha detto...

Il paese é piccolo e gli SPOSI (e loro parenti) mormorano e parlano.
Se viene detto che da ogni matrimonio si incassano 50€ e poi si sa che invece le tariffe vanno dai 400 € in poi c´é da far venire il sospetto che qualcosa non quadra.
Ed é positivo che ció venga detto ad alta voce.
A mio parere non é stata attaccata la CHIESA,ma un singolo.
La Chiesa ha sempre ammesso i Suoi errori, talvolta dopo SECOLI (vedi Galileo,Savonarola,gli Ebrei nel Medio Evo e l´Inquisizione) altre volte a tempi ravvicinati come le scuse del PAPA in America,Australia etc. per i fatti di PEDOFILIA commessi da singoli Preti.
Non ultimo l´ANATEMA lanciato da Benedetto XVI contro i Sacerdoti che si sono macchiati di tale orribile PECCATO.

Quindi la Chiesa riconosce i propri errori e quindi non é giusto prendersela con essa per fatti commessi da SINGOLI.
Non essendo nella testa di chi ha preso determinate decisioni,non so se i fatti siano collegabili o meno,ma restano.
Se ANONIMO 111 ha le evidenze che i fatti sono diversi le renda pubbliche e penso che nessuno per principio cercherá di sminuirle.
Se invece c´e´MALAFEDE allora.........

Anonimo ha detto...

Il Borgo é piccolo e gli SPOSI ed i loro parenti mormorano,anzi strillano ad alta voce.
Se viene scritto che la parrocchia di Scopello prende 50€ a matrimonio e poi si sa che le RICHIESTE vanno da un minimo di 400€,allora si puó pensare di tutto.
La CHIESA non va confusa con l´operato dei singoli,La CHIESA ha sempre riconosciuto i propri ERRORI e non ha cercato mai giustificazioni per essi.
Talvolta tale riconoscimento arriva dopo secoli (Galileo,Savonarola,La ex-santa Inquisizione,le angherie et altro agli ebrei nel medio evo etc.) talvolta dopo decenni (scuse del PAPA al popolo americano,Australiano ed altri per i fatti di PEDOFILIA commessi da preti.
Non ultimo va dimenticato l´ANATEMA scagliato da Papa Benedetto XVI contro i preti che si sono e si macchiano di tale orribile delitto.
Giá a Suo tempo Gesú Cristo aveva parlato di una "macina da mulino......".

Io mi vergognerei di accusare la Diocesi di Trapani di aver affidato ad uno "sbattezzato" le giornate di Alcamo.
Sicuramente hanno riconosciuto la validitá professionale del giovanotto e poi se uno é bravo viene chiesto da destra,sinistra,centro e perché no dalla Diocesi di Trapani o dal Sacerdote organizzatore.

Questa é la vera CHIESA che non emargina nessuno é la vera dimostrazione di come ci si deve comportare;non offendere,ridicolizzare,negare la realtá.
Se anonimo 111 ha le evidenze che i fatti articolo,rimozione non sono collegabili lo dimostri e le persone in buona fede gliene daranno atto.
In caso contrario vale iul detto di Andreotti.

Anonimo ha detto...

Per un mio errore di Pc i commenti 112 e 113 sono quasi simili il valido é il 113.
saluti

Liborio e Annamaria ha detto...

Ci siamo sposati felicemente a Scopello l'anno scorso e quello che Fabio racconta è solo fantasia. La chiesa costa Euro 100,00 come in tutte le altre chiese e se a Scopello c'è una cosa in più è solo la ricevuta con distinta che ti fa il prete: Euro 100,00 di cui 50 per la cassa parrocchiale, 20 per il sagrestano e 30 per i giovani che lo aiutano a montare e smontare il giardino. Tengo questa ricevuta a ricordo nell'album fotografico.Tutto il resto che si paga serve per i musicanti, gli apparatori, i cantori e non va alla cassa parrochciale ma a queste persone. Fabio è davvero un diffamatore. Liborio e Annamaria

Anonimo ha detto...

Cari Annamaria e Liborio (Galateo vuole prima le Signore),
Voi siete estremamente fortunati ed informatissimi. Bravi altri non sono stati fortunati come Voi e non hanno potuto scegliere neanche i musicisti ed il fioraio.

Maurizio ha detto...

Anche io ho fatto la stessa esperienza di Liborio e sono rimasto molto contento. Il prete è accogliente, preparato, coinvolgente. Sono poi tornato a battezzare la bambina e tutto è stato ottimo. Forse c'è molta gelosia e invidia attorno e certa gente non sa quello che dice. Fabio mi sembra solo un buffone.Maurizio

Anonimo ha detto...

All'anonio 113 volevo chiarire soltanto che la penso come lui riguardo il fatto che l'autore dell'articolo ha presentato lo spettacolo organizzato dalla Diocesi. La Diocesi ha fatto benissimo a dargli questa possibilità, dimostrando un'apertura verso chi non è cattolico.... non mi spiego però, come mai, uno che la pensa come lui, ha accettato la proposta della Diocesi, visto che crede che la Chiesa sia il Male assoluto del mondo!

Anthony Morsellino ha detto...

@Savonarola
Ma quale riunione, quella per bruciare le streghe o quella per bruciare i preti?

@Fabio
Sabato pomeriggio sarò in chiesa (S. Antonio). Se non hai paura di scioglierti varcando la soglia di una chiesa, possiamo incontrarci là.

Anonimo ha detto...

Scommetto un soldo che se Fabio avesse scritto delle cose ritenute false e oltraggiose nei confronti di chiunque altro (ad esempio un politico qualunque) non saremmo arrivati oltre i 5 commenti... se tocchi lu parrinu, ecco che saltano fuori una quindicina di avvocati difensori armati fino ai denti che continuano ad arringare senza tregua!!! pallosissimi!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

la pochezza di tali freguentatori di sacrestie davvero viene fuori alla grande

Dottore Bonatesta ha detto...

La pochezza viene espressa proprio da te, caro Anonimo che non hai nemmeno il coraggio di firmarti.Del resto è stata proprio la pochezza mentale che ha suggerito a un balordo di scrivere cose insensate e false che hanno giustamente suscitato l'indignazione di molti. Dottore Bonatesta

Anonimo ha detto...

Dio La benedica dott. Bonatesta davvero col cuore se mai Lei avesse già ho avrà dei figli li affidi pure alle cure spirituali di padre Crociata cresceranno sicuramente delle belle persone e non dei balordi- auguri-

Anonimo ha detto...

ho stà ad o - scusi dott. bonatesta

Dottore Bonatesta ha detto...

Ne sono sicuro, caro anonimo che ti vergogni di te stesso tanto da non firmarti. Dottore Bonatesta

Anonimo ha detto...

dottor Bonatesta non è una firma. E' tanto anonimo quanto gli altri. Stia in chiesa, non esca, rimanga lì al calduccio, protetto dai balordi. Fuori c'è un mondo cattivo, meglio affidarsi alla bontà di gente come Padre Crociata che gronda umanità da tutti gli artigli! Firmato: Malacapa (perché un Bonatesta c'è già..basta e avanza).

Mariagrazia ha detto...

Anonimo che ti vergogni di te stesso, adesso cerca di smetterla perchè oltre i tuoi artigli abbiamo già visto anche la tua coda, le tue corna e la tua bocca a forma di becco. Tu sei solo la rappresentazione del falsario e tutti l'hanno ormai capito.Rientra dunque nella tua sacca di fuoco. Mariagrazia

Lucifero ha detto...

Pessimo esorcismo...ah, che peccato, non ci sono più gli inquisitori di una volta, quelli si che erano divertenti. Sono rimaste solo mezze pippe come sta MariaGrazia!

Anonimo ha detto...

Lucifero non te ne volere a me stà mariagrazia mi mi fà morire mi attizza qualcuno sà in quale sacrestia esercita? Diavoletto 74

Anonimo ha detto...

La discussione partiva da un punto eticamente già molto basso (l'articolo), ora si è arrivati ancora più giù. Vediamo dove si va a finire!

Anonimo ha detto...

E in realtà l'articolo di Fabio è quanto di più degradante ci possa essere nel "giornalismo". Falsifica la verità e trasforma la realtà. Meno male che ha trovato uno disposto a perdonarlo. In caso contrario povero Fabio in tribunale!

Anonimo ha detto...

Ma voi grandi inquisitori e conoscitori della legge... Fabio in tribunale con quali accuse? Vilipendio ad una pubblica testa di cazzo di professione parrino?

Anonimo ha detto...

a settimane dall' articolo di Fabio continuano i commenti ...mi chiedo se il personaggio fà tanto discutere ci sarà pure una qualche ragione e pensateci un attimo se nella sua carriera da prete non gli hanno mai dato una parrocchia significativa ne a Castellammare ne fuori prefendogli anche dei giovani inesperti colleghi preti ci sarà qualche ragione o no?

Filippo ha detto...

Sono stato alunno del professore Crociata e ricordo che una volta glielo abbiamo chiesto in classe in occasione della libera discussione di fine mese, una usanza tutta particolare di lui: una parrocchia grande non gli avrebbe permesso di tenere anche la cattedra di lettere. Anni fa ero suo segretario in classe e sono molto contento di esserlo stato: un professore davvero preparato e laborioso e non ne ho più incontrati così colti, nmmeno all'università. Filippo Sottile

Liliana ha detto...

Ho frequentato il liceo e ho avuto come professore di filosofia padre Bosco, che è morto recentemente. Lui non ha preso mai una parrocchia, né grande né piccola, e diceva messa alla casa di riposo. Filippo ha ragione perché anche il mio professore ci diede la stessa risposta quando noi glielo abbiamo chiesto. Liliana

Anonimo ha detto...

Scopello,Fraginesi,Balata di Baida
3 Parrocchie piccole prendono piú tempo di una grande

Anonimo ha detto...

da Filippo scopriamo che gli insegnanti hanno pure il segretario... è comunque bello sapere che adesso Filippo freguenta l'università senza avere subito traumi particolari...altri ragazzi "vicini" al crociata hanno purtroppo storie e percorsi personali diversi... credo che una dimenzione quale fraginesi sia il male minore x tutta la comunità. Salvatore

Filippo ha detto...

I miei compiti erano semplici ma interessanti. Avevo cura del registro di classe, scrivevo il diario del giorno, facevo in modo che il registro si mantenesse pulito e integro e, mentre nelle altre classi il registro spesso era tutto a pezzi o sporco o scompariva, nella mia classe il registro era sempre a posto. Anche questo compito, chiamato segretario, mi è servito a educarmi alla responsabilità. Filippo, già laureato.

Enza ha detto...

Filippo ha dimenticato di dire che il segretario non era scelto dal professore, ma era eletto da tutti i compagni di classe con voto segreto. Io sono stata segretaria per tre anni e sono d'accordo con quello che ha detto Filippo.Una bella esperienza di responsabilità. Enza

Giuseppe ha detto...

Mi sono diplomato nell'87 e ricordo che, a fine mese, la libera discussione veniva organizzata in questo modo:ognuno scriveva anonimamente in un foglietto l'argomento non scolastico che desiderava trattare e poi il professore prendeva singolarmente i foglietti e li trattava e li discuteva con noi. C'erano certe volte argomenti scabrosi o anche difficili da trattare, ma lui a tutto e a tutti sapeva dare spiegazioni convincenti e ricche. Questo professore è di una cultura sconfinata. Sono orgoglioso di esserci stato, perchè anche io mi sono arricchito molto sui problemi della vita.Gli sono infinitamente grato. Giuseppe

Valeria ha detto...

A casa mia siamo stati tutti alunni del professore Crociata: mio padre, mia madre, io, mia sorella e mio fratello. Siamo tutti d'accordo: non abbiamo mai conosciuto un professore di lettere così preparato, puntuale, sempre presente. Pretendeva, ma poi si accontentava di quello che trovava.Faceva cioè il suo dovere.Degli altri professori non ricordiamo quasi nessuno, ma lui è indelebile anche perchè, come ho detto, tutti noi siamo stati suoi alunni.Ma ne escono più dall'università professori così competenti? Non lo so. Valeria

Enrico ha detto...

Avete ragione, è proprio così. Solo gli asini e gli invidiosi possono parlare male di lui. Anche io ne ho fatto diretta esperienza. Enrico

Anonimo ha detto...

Ma quanti consensi ha questa "splendida persona"...io ricordo invece il periodo crociatesco come uno dei più inquietanti. Vicepreside despota e professore inquietante con diverse ambiguità! Un professore di lettere religioso finto-devoto che propagandava a scuola (non è un insegnante di religione) ha creato una serie di persone che ne sono uscite disfiziate e danneggiate dalla scuola superiore, altre - come quelle che si leggono negli ultimi commenti - che sembrano sotto effetto di lavaggio del cervello (sempre se non si tratta della stessa persona ch si firma con più nomi): se leggete la storia del Peoples Temple vi accorgerete che gli adepti parlavano del loro leader alla stessa maniera. Mi spiace per chi ha avuto l'intera famiglia a studiare nel suo regno, creando i nuovi aggressivi cattolici del domani!

Giovanna ha detto...

Perchè non hai il coraggio di firmarti? Forse appartiene a una dlle categorie di cui ha scritto Enrico. Io allora volgio dire una cosa che finora non ho mai detto a nessuno. Il mio professore è stato sempre anche una persona molto caritatevole. Quando io frequentatvo la scuola, mio padre versava in condizioni economiche molto difficili e lui segretamente, dopavere parlato con mio padre, mi pagò per tre anni tutti i libri (dico tutti i libri, non solo quelli di italiano e storia)e quando sono andata a prenderli (libreria Di Bona via Francesco Crispi) ho scoperto che non ero io sola a beneficiare di lui. Noi prendevano tutto e, poi, lui passava e pagava.Si trova un altro professore o prete che a Castellammare ha fattomai questo? E' ovvio che quelli che non volevano fare niente a scuola non lo sopportavano.Ma che cosa potevano pretendere da lui, la medaglia? Giovanna Motisi

Fabio ha detto...

Posso replicare io che l'articolo parla di un caso chiaro dove questa persona ha toppato, per il resto potrà anche essere un santo (ma ho i miei dubbi in proposito, dubito di chi fa buone azioni e se ne vanta o le fa pubblicizzare).

Dal punto di vista scolastico, visto che di questo state parlando, anch'io lo ricordo piuttosto aggressivo e non ero uno che stava in panciolle o non aveva voglia di far nulla: era il periodo in cui - oltre a muovere i primi passi nelle radio e tv locali - facevamo con un team scelto il giornale scolastico, organizzavamo le settimane dello studente e le assemblee di istituto, in più muoveva i primi passi la rivista di satira e controinformazione Gran Motel e lui, sempre contro qualunque iniziativa del genere, ebbe il coraggio di dire ai miei genitori (parlandogli di nascosto) di allontanarmi da quei colleghi con cui facevo la rivista e il resto perché erano dei poco di buono e dei delinquenti (gli stessi colleghi con cui abbiamo poi fatto 6 anni di sana controinfomazione)...mi sembra un comportamento insinuante e mooolto politicizzato, oltre che altamente anti-cristiano. Naturalmente anche quella volta ci fece la figura che merita anche con mia madre che capì benissimo con chi aveva a che fare e prese le distanze da lui.

Mi ripeto per l'ennesima volta cmq: il caso raccontato dall'articolo prescinde dal resto, anche da questa mia replica, ed è assolutamente reale. Un aneddoto di scarsa cristianità che mostra il lato in crisi della stessa! Le repliche stile testimonianza alla "ciao sono Mario e anch'io tifo per padre crociata" ne sono una evidente epilogo: ammettere che ci sono elementi così in chiesa corrisponderebbe a deleggittimarne l'operato. Io penso però che ripulire l'istituzione da elementi così, invece, permetterebbe di riportarla in auge e permettergli nuovamente di parlare e fare cose positive (cosa che a quanto pare non si ha intenzione di fare).

Saluti. Fab

Anonimo ha detto...

Bigottismo a parte il grosso delle testimonianze sono a mio parere solo in apparenza contradittorie, avendo mio malgrado avuto modo di conoscere e disprezzare il personaggio è assolutamente nel suo stile essere "vicino" ai bisognosi a condizione che sappiamo uniformarsi al suo pensiero, non mi stupisce quindi che abbia potuto comprare dei libri alla signorina Motisi è notorio che altro trattamento ha sempre riservato ai discenti non allineati al suo credo culturale e politico.

Anonimo ha detto...

Come fà uno cacciato dal seminario da giovane a diventare prete da grande?

Anonimo ha detto...

Sono attualmente alunno del professore Crociata. Io so solo che quando lui entra in classe la qualità della scuola si innalza. E' ottimo. Non mi firmo solo per non apparire ruffiano, perché qualcuno può pensare che io lo faccia per guadagnarci. Tutto il resto mi sembra chiacchiera inutile di persone...

Bidello ha detto...

Da molti anni lavoro in questo istituto e sono convinto di una cosa: come p.Crociata ce ne vorrebbero almeno 4 - 5. La scuola ne avrebbe veramente bisogno. Un operatore scolastico.

ex studente ha detto...

Se a scuola ci fossero 4-5 pof Crociata l'istituto sarebbe nella cacca fino al collo. Che Dio ce ne scampi, non vorrei mai che i miei figli avessero a che fare con uno così, alla larga.

Anonimo ha detto...

gent.le alunno del prof. crociata non si stà discutendo della preparazione professionale, hai mai provato aprendere una posizione diversa dalla sua? che ne sò sulla fecondazione assistita, sull'aborto ...a qualche tuo compagno è capitato senza subire striscianti ritorsioni? Dai non mi dire che tra alunni e colleghi a scuola sia stimato ...all'ITC anche i muri raccontano della sua maniera di porsi e del suo settarismo, da tempo si aspetta che vada fuori dalle palle in pensione.

Anonimo ha detto...

maledetto all'inferno ( se mai cè)

Andrea ha detto...

Sono il padre di Valeria e sono stato alunno del professore Crociata. Mia moglie era mia compagna di classe. Quando è arrivato il momnto dei miei figli, io ho fatto di tutto per metterli nella classe di padre Crociata non solo perchè si tratta di un professorone, ma anche perchè è un vero educatore, trasmette con efficacia e crede in quello che dice. I miei figli sono rimasti tutti contenti. Come me hanno fatto anche tanti altri e so che tutti sono rimasti contenti. Non è affatto vero che obbliga ad essere cattolici e questo è solo un misero pregiudizio.L'anonimo adesso viene a raccontare palle, forse sentiti raccontare da tipi come Fabio, che parla e scrive solo per pregiudizio contro i preti. Fabio ha scambiato sempre la libertà con l'anarchia e per questo motivo sarà sempre un emarginato arrabbiato e non concluderà mai nulla nella vita. I giorni dello spasso passeranno presto e lui si troverà come un barbone a chiedere l'elemosina alla porta della chiesa. Andrea

Anarchico ha detto...

Adesso intervengono anche i "papi", ci manca qualche vecchia nonna e lo zio prete e siete al completo, ah ah ah. Mamma mia che gente che gira a cmare. Intere famiglie post-democristiane (ma molto post) con persone adulte come Andrea che passano il tempo sui blog insultando e augurando sfiga (forse la portano anche un po') agli altri. Se queste sono le premesse di chi è nel giusto allora "Viva l'Anarchia"

Anonimo ha detto...

Bravo Andrea e bravi i tuoi figli se non hanno avuto danno dalla freguentazione, da cattolico benpensante non augurare cose brutte agli altri il tuo Dio potrebbe non apprezzarti. Nonostante mi sembri un pò stupido ti auguro comunque cose belle. Giovanni

Anonimo ha detto...

I fans di p. Crociata sono dunque molti ed agguerriti e il Fabio anarchico ha fatta la fine della cacca. Gli serve per quando proverà ancora a mettere in giro falsità di altro genere.

Anonimo ha detto...

a me sembrano solo quattro scemotti che si ripetono a giro per dire che è un bravo prof, cosa che non riguarda ciò che è scritto sull'articolo (dove si parla d'altro) e che rasenta comunque una assoluta falsità: come prof è un incubo e se avesse un po' di potere in più sarebbe anche pericoloso! Peppe

Anonimo ha detto...

Esatto, anonimo: si parla di "Fans" di padre crociata, che è già tutto dire! Se il livello è quello di Fan che difendono un idolo come tale non c'è più niente da scrivere. Noi poveri umani comunque viviamo il mondo reale. Loro - i fan, colpiti dal divino - stiano pure su quello irreale e fantastico dove una persona come sto discutibile prete è considerata alla stessa stregua di un santo!

Anonimo ha detto...

scusate mi sà che stiamo facendo diventare una star il padre crociata che in fondo è solo una brutta brutta persona che di mestiere fà anche il prete. Seminarista espulso, dopo un attimo di incertezza di genere è stato anche in procinto di sposarsi con una collega (scappata per tempo)riscoprendo da adulto la vocazione sacerdotale....mi fermo quà - non mi firmo del resto queste sono cose note a tutti su cui si può riflettere.

Anonimo ha detto...

santo subitooooooooooooooo

Antonio ha detto...

Gli anticlericali e gli anarchici non digeriscono padre Crociata. Questo significa solo che è un ottimo prete tanto da disturbare e mettere il voltastomaco agli anticlericali e agli anarchici, mentre gli altri preti ci sono o non ci sono per loro è lo stesso.I cattolici ovviamente lo stimano molto e lo considerano coinvolgente e interessante e lo abbiamo letto.
Quelli che vanno a scuola e non vogliono far niente (alias asini) o si comportano da bulli (come Fabio)non apprezzano il professore Crociata e questo vuole dire che lui è senza dubbio un ottimo docente e dirigente perchè fa il suo dovere.E i suoi alunni ed ex alunni lo vogliono santo subito. E lo abbiamo letto.
Domenico ha detto (14 Aprile) che si tratta di un intellettuale troppo grande per questo paese troppo piccolo e appunto per questo sorgono invidie e gossip. E forse sarà anche vero. Ma dopo tutto questo tempo e dopo tutte queste chiacchiere e pettegolezzi, vogliamo finirla una buona volta?
Antonio

Dottore Bonatesta ha detto...

Bravo, Antonio! Hai perfettamente ragione. Se un prete lascia indifferenti gli anticlericali e gli anarchici che prete è? Padre Crociata è, quindi, un ottimo prete.Se un professore non crea problemi agli asini e non tiene a freno i bulli, che professore è? Il professore Crociata è, quindi, un ottimo professore.
Bravo ancora, Antonio. Hai fatto centro.
Dottore Bonatesta (ex alunno dello stimatissimo professore Crociata)

Anonimo ha detto...

Cari Antonio e Dott. Bonatesta,
gli ²ottimi preti² non insultano o ridicolizzano gli altri e riconoscono i loro errori.
Finitela

Anonimo ha detto...

Anonimo ha ragione.
Dott. ? Bonatesta ed Antonio Lasciate stare i paroloni ²anticlericale" o "anarchico" di cui sembrate non capite il significato.
Segnalare i comportamenti di un prete che si comporta male,offende etc. non é essere anticlericale

Anonimo ha detto...

ei difensori delle causer perse.
un vero professore non crea "problemi agli asini" ma li dovrebbe aiutare e se poi un vero professore é anche un vero prete dovrebbe avere la pazienza cristiana e provarci ancora.

Anonimo ha detto...

Il vero bullo è sto pseudo-prete. Chi accusa di "anarchichia" e "anticlercalismo", di "bullismo" e "asineria" coloro i quali denunciano un comportamento che non si addice ad un prete e ad un professore (non per invidia ma perché è fuori luogo) risulta infantile e anche un po' ignorante...usare parole come anarchia a sproposito porta a galla l'ignoranza, l'agressività latente e la voglia di manganello che c'è in chi ha avuto a che fare con padre crociata e si è lasciato assorbire dai suoi modo insinuosi.

Mariagrazia ha detto...

p. Crociata non ha mai insultato nessuno e non ridicolizza nessuno. I post che dicono questo sono di chi li firma e chi li firma non è certamente portavoce del professore, ma solo libere opinioni di chi scrive.Valgono forse solo le vostre opinioni e non anche le nostre? Siete arrabbiati perchè siete solo piccola minoranza, ma noi non siamo affatto arrabbiati. Voi anonimi abbiate dunque almeno l'intelligenza di non andare oltre quello che viene scritto.Ma invece sapete solo malignare contro il prossimo.Per me Fabio rimane un indemoniato e sono io a dirlo cento volte,non certamente p. Crociata.Non sapevate che il professore ha moltissimi fans a Castellammare? Si vede che vivete di sogni e non di realtà. Siate più concreti e dentro la società e ve ne accorgerete. Ma voi sapete essere solo ideologici e scambiate la società immaginata con la società reale, ma la vostra società non esiste tranne che nei vostri sogni. In proposito noi abbiamo fatto buoni studi a scuola grazie al professore e voi, invece, siete rimasti ignoranti ed illusi dalle ideologie astratte.E mi firmo ancora una volta: Mariagrazia, quella che Fabio ha cercato di insultare. Poverino!

Mariagrazia ha detto...

p. Crociata non ha mai insultato nessuno e non ridicolizza nessuno. I post che dicono questo sono di chi li firma e chi li firma non è certamente portavoce del professore, ma solo libere opinioni di chi scrive.Valgono forse solo le vostre opinioni e non anche le nostre? Siete arrabbiati perchè siete solo piccola minoranza, ma noi non siamo affatto arrabbiati. Voi anonimi abbiate dunque almeno l'intelligenza di non andare oltre quello che viene scritto.Ma invece sapete solo malignare contro il prossimo.Per me Fabio rimane un indemoniato e sono io a dirlo cento volte,non certamente p. Crociata.Non sapevate che il professore ha moltissimi fans a Castellammare? Si vede che vivete di sogni e non di realtà. Siate più concreti e dentro la società e ve ne accorgerete. Ma voi sapete essere solo ideologici e scambiate la società immaginata con la società reale, ma la vostra società non esiste tranne che nei vostri sogni. In proposito noi abbiamo fatto buoni studi a scuola grazie al professore e voi, invece, siete rimasti ignoranti ed illusi dalle ideologie astratte.E mi firmo ancora una volta: Mariagrazia, quella che Fabio ha cercato di insultare. Poverino!

Giusy ha detto...

"noi abbiamo fatto buoni studi a scuola grazie al professore e voi, invece, siete rimasti ignoranti ed illusi...". Mariag. stai per caso accusando gli altri insegnanti degli istituti cmaresi di non sapere insegnare? Solo questo santo in terra sà insegnare e gli altri sono tutti intrisi di malvagia ideologia? Che pena, povera CMare che deve subire tutto ciò!

Mariagrazia ha detto...

La tua è solo una deduzione gratuita. Non volevo dire questo, ma solo che noi indubbiamente abbiamo avuto la fortuna di avere un grande professore.Lo puoi notare anche dai molti interventi.Non intendevo dire nient'altro.Se te la sei presa, ti chiedo scusa.Mariagrazia

Fabio ha detto...

Ancora commenti? Anche ora che il post non è più in home page? Ma siete ingordi di informazione tematica! eh eh...ok rispondo ad alcuni in questo lungo intervento, poi spero di fare basta, è andata sulle lunghe sta storia, siate umani, c'ho da fare! ;-)

Ad Antonio: ma "santo subitoooo" era ironico! Se non lo fosse sarebbe blasfemo e i santi veri si rivolterebbero nelle loro statue (anche il Padre Pio di Piazza Petrolo che assomiglia ad un Obi Wan Kenobi anziano). Poi come fa a dire che si tratta di suoi alunni ad averlo scritto? E' anonimo! Sta ammettendo che alunni ed ex alunni stanno scrivendo sul post per avviare una crociata per Crociata? Tra l'altro tentando inutilmente (inutilmente perché chi legge il pezzo difficilmente si va a leggere i 160 noiosi commenti, tranne qualche fortuito fondamentalista) di distogliere l'attenzione dall'articolo, che non parla del Crociata professore che, anche se discutibile, non fa notizia. Eh beh...lo immaginavo! C'è anche il dubbio, quindi, che sia lui stesso a commissionare i commenti, come ha fatto a Scopello con le lettere!

Io comunque non ce l'ho con lui, ho solo raccontato un caso assolutamente documentato e mi sono mostrato disponibile a discuterne in qualunque sede (anche quella legale), non è una cosa personale e non ce l'ho nemmeno con i preti in generale, ma scrivo casi che mi vengono segnalati e che spesso rasentano il paradosso e il ridicolo (nei termini che rientrano nella controinformazione e - quando possibile - nella satira). Anche il vostro beniamino mitologico (metà prete e metà professore) una volta mi ha segnalato un caso, quello in cui un privato stava occupando senza farsene accorgere il terreno di una chiesa, spostando i confini. Anche quello è stato raccontato e il privato non ha fatto tutti questi capricci.

Non ho nessuna mira distruttiva, anarchica o anticlericale, né ho pregiudizi sui preti (sostengo da sempre Libera ed Emergency e ho sostenuto il movimento missionario in Madagascar, spesso mi sento con Lili Genco dell'ufficio stampa del vescovo di tp per aggiornamenti...figuriamoci, ai preti bravi tanto di cappello e anche qualche incentivo) ma questo caso andava raccontato perché riguarda l'altra parte della chiesa, quella cattiva che sta demolendo i buoni propositi e che purtroppo per adesso rappresenta la maggioranza in questa istituzione! Se fossero tutti Ciotti o i missionari di Emergency non ci sarebbe niente da scrivere sopra.

Rispondo ad Andrea che si preoccupa per la mia socialità: tranquillo Andrea, non sono emarginato né arrabbiato. Qualcosa sto concludendo (studio e lavoro contemporaneamente e vivo fuori dal nucleo familiare d'origine da tempo). In più aggiungerei che i giorni dello spasso non passeranno mai :-) finché ci si diverte nel fare quello che si fa, riuscendo a portare a casa anche un po' di contante, non c'è motivo di diventare seriosi né vale la pena vendersi all'opinione del primo prete-politico-personalità che si mostra "potente" solo per amore del quieto vivere. Preferisco raccontare la verità con un pizzico di ironia anche se questo può generare polemiche!!! Diceva Antonio Ricci: "Chi fa controinformazione non è monumento, ma piccione. Il piccione è dissacrante e libero per antonomasia. Si posa sulle pompose statue austere e minacciose e ci fa sù la cacca!" ;-)

Mariagrazia, invece, non sarà arrabbiata ma il modo di scrivere e l'inserire due commenti uguali a raffica (come una mitragliata) dicono il contrario. Tranquilli, calmi, rilassati: la religione professa la bontà, il porgere l'altra guancia. Continuando così ci vedremo all'inferno!!! ;-)

Saluti a tutti

fab

Mariagrazia ha detto...

Sei solo un impenitente e ora che hai visto di non essere condiviso dalla stragrande maggioranza, provi anche a fare il buonista. Dovresti cercare invece di essere buono e riconoscere di avere messo sù una montatura fondata sul falso, sul pregiudizio e sulla manipolazione. Proprio come fa satana, il tuo dio. Mariagrazia

Fabio ha detto...

calmati Mariagrazia, respira...perché ti rode così tanto 'sta storia? Non sono buonista e mi spiace replicarti per l'ennesima volta (duri di capoccia sti cattolici fondamentalisti, eh?) che è tutto vero! Niente montature, né tantomeno pregiudizi!

Saluti. Fab

P.S. satana è solo un'altra invenzione dell'uomo, sciura, della stessa umanità che tenta di delegare i propri problemi ad un'entità superiore e che, per questo, ha inventato dio e la sua nemesi, l'astrologia e la stregoneria e che in questa visione metafisica della realtà fa danni pazzeschi, innalzando individui a idoli e aggredendo con deliranti epiteti (es. "sei indemoniato") chi non si allinea all'unica verità rivelata che conosce! Svegliati e poggia i piedi per terra!

Anonimo ha detto...

mariagrazia sono un peccatore!!!!! indicami la via....

Gianni ha detto...

Fabio, smettila di fare l'ateo e il fetente e poggia i piedi a terra come noi credenti, non nel sottoterra come i non credenti. Tu conosci p. Crociata solo da lontano e per pregiudizio e non sei stato nemmeno suo alunno. Quando tu andavi a scuola anch'io ci andavo e lo so. Vedi che p. Crociata non è, come tu dici, mezzo prete e mezzo prfessore, ma è tutto prete e tutto professore. Io, Mariagrazia, Filippo, Valeria, Andrea, Nicola, Paola, Giovanni, Liborio, Maurizio ecc. ecc. ecc. l'abbiamo conosciuto molto bene e questo è stato per noi molto arricchente. Ma tu non puoi capire perché.....
Gianni

Anonimo ha detto...

Cara Mariagrazioa,
certo che non hai tratto molto beneficio dal "grande professore" !!!
Non avresti detto che Crociata non ha offeso e ridicolizzato nessuno.
Sai capire l´italiano? rileggiti quanto ha scritto Crociata nel suo intervento su Fabio e su altri.
Io sono felice di non averlo avuto come professore

Anonimo ha detto...

La VERITà VI FA MALE ......
caria Maria Grazia e parrifans

Filippo ha detto...

Quando la smetterai di provocare e di travisare la realtà? Dopo averlo offso e dopo essere stato da lui perdonato, adesso continui a provocare anche noi. Ma sei veramente un buffone. Nel tuo domani vedo solo nero, perchè con questa condotta e con una cattiveria simile non potrai certamente andare lontano.Abbi almeno il coraggio dell'autocritica o di ritirarti in silenzio, ma mi rendo conto che tu hai solo la sfrontatezza di provocare e di offendere la gente.Povero Fabio, tutto sommato mi fai persino pena. Filippo

Anonimo ha detto...

Caro Filippo,
sei ossessionato da Fabio,in ogni commento vedi lui.
Non sono Fabio - che ha avuto il coraggio di scrivere cose vere sul comportamento di p. Crociata- ma un cattolico osservante - a cui non piacciono i metodi del citato ex parroco.
Ripeto sono contento di non essere stato suo alunno.

Anonimo ha detto...

Volete un consiglio? Non dategli più ascolto. Fabio è fatto così: fango + cacca e non sa vivere se non schizza qualcosa a destra o a sinistra. Più gli date ascolto. più lui si sente attenzionato e protagonista. E' solo un bulletto di paese senza futuro. Ma se voi gli date scolto, egli continua a schizzare. Lo vedete come si insinua sotto più spoglie? Vi prego, smettetelo e così anche lui la smetterà. Chi vivrà vedrà certamente, come uno di sopra ha già detto,Fabio barbone dopo avere provato a fare il birbone.

Mariagrazia ha detto...

Hai ragione, non gli dobbiamo dare più ascolto. Tutto sommato mi fa pena. D'ora in poi pregherò per la sua conversione. Mariagrazia

Anonimo ha detto...

UDITE UDITE ULTIME NOTIZIE: SI E' TRATTATO SOLO DI UNA VENDETTA DI FABIO PER LA BOCCIATURA DI UNA SUA NIPOTE.L'HO SAPUTO PROPRIO IERI SERA.
MA QUESTA PER ME E' SOLO DELINQUENZA!

Gionalista ha detto...

Scusate la mia intrusione, ma sono venuto solo da poco a conoscenza di quanto accaduto in questo Blog...!!! Di certo è una situazione molto degradande, nello stesso tempo sgradevole, l'affermare con assoluta convinzione e certezza determinate idiozie,infliggendo una spada a Colui che è un Probo Presbitero, speciale in tutte le sue sfaccettature e doti, mi riferisco a quelle intellettuali ma soprattutto Spirituali. Leggendo i vari commenti mi rendo sempre più conto che la realtà di oggi và sempre affermandosi, un catasfascio totale. Ciò a cui si pensa è solo buttare fango su persone che operano nel sociale facendo del bene e soprattutto in certi casi riempendo cuori di gioia con poche parole...Qualcuno a far ciò ci gode e si diverte, ma sostengo la tesi del " Chi ride bene riderà per ultimo ". Noto nella persona del Sig. Fabio un' accanimento non indifferente, nei confronti di un intellettuale sacerdote: che dire, la verità la sà solo Dio pertanto rivolgendomi al Sig. Fabio dico: " Dinanzi a Dio tutti i nodi vengono al pettine, per cui farsi pubblicità in questo modo penso sia una cosa da meschini e ingenui, la vera pubblicità la si fà col raccontare situazioni e fatti reali no surreali, la sua è solo invidia e gelosia e confermo come già detto da qualcuno "Lei non avrà nessun tipo di futuro" glielo dice una persona che è affermata e ferrata nel campo, a cui lei tanto ambisce, tanto da cercare di inserirsi in tutti i modi, ma con questi pettegolezzi non fà altro che bruciarsi da solo e tagliarsi sempre più le gambe...!!!Auguri comunque.

Anonimo ha detto...

Il giornalista suddetto ha scordato di firmarsi.....di cognome fà crociata

Maurizio ha detto...

Ciò che ha scritto fabio è tutto rigorosamente vero, anzi in verità il suddetto prete compie gesti molto più gravi che non hanno niente a che fare con la religione. Sono quasi sicuro che sia lui stesso a scrivere commenti a sua difesa cambiando i nomi. A castellammare siamo pochi, ci conosciamo tutti ed alcuni nick usati sono davvero palesemente occulti. Finiscila Cruciata. Non ti chiamo padre perchè danneggerei l'immagine dell'intera istituzione Chiesa. Finiscila sei ridicolo Cruciata.

Fabio ha detto...

Sempre più delirio, eh eh. Non mi accusate di firmarmi con più nomi, mai fatto! Nei miei interventi mi sono sempre firmato (cosa che non succede invece, da quanto racconta Maurizio, con padre Crociata - crociata di nome e di fatto - che invece manipola e produce commenti ricchi di insulti e privi di contenuto). I miei sono tutti firmati e hanno nome, cognome e tutti i riferimenti cliccando sul link, più chiaro di così...

A lui e a chi si preoccupa per il mio futuro, come quello che si firma "giornalista" dico di stare tranquilli, non ambisco perché già lavoro (il mio futuro è il presente), nè provo invidia o gelosia (Non sono geloso del prete - non è il mio tipo - e ce ne vorrebbe di fantasia per provare invidia per gente che crede ancora nel demonio e nei suoi derivati). La situazione "degradande" l'ha creata il Probo Presbitero producendo questo curioso aneddoto, io mi sono limitato a raccontarlo, senza accanimento: le righe dell'articolo sono sempre quelle, l'accanimento e lo scontro lo state producendo voi con commenti sempre più aggressivi che vi fanno perdere punti anche nei confronti di quei credenti che non hanno i paraocchi. Allo stesso anonimo-presunto-reporter dico comunque che un bravo giornalista è alla ricerca della verità e i dogmi ne sono agli antipodi, quindi un giornalista fondamentalista cattolico è un controsenso... mooolto castellammarese. Dire frasi come "Dinanzi a Dio tutti i nodi vengono al pettine" è surreale ;-) non è giornalismo, lì siamo sul metafisico o sulla schizofrenia lieve, ognuno fa le sue deduzioni. Cambi mestiere perché danneggia l'intera categoria!

Ai pretofili che mi accusano di avere scritto un articolo per vendicare una nipote (?) rispondo che è molto macchinosa come supposizione, certo che avete un cervello contorto per essere dei puri di spirito. Bella promozione alla vostra religione, complimenti ;-) Comunque per buttarla in caciara, come s'è fatto puntualmente in questo post dico che non ho nipoti: sono figlio unico e non ho figli con figli! E se anche fosse stato vero che mi avesse bocciato una ipotetica nipote, se lo meritava, tanto di cappello se non lo meritava sono problemi dei suoi genitori. Non sono abituato a scrivere per vendetta né ad usare la penna a favore di parenti e amici (il nepotismo riguarda più gli ambienti cattolici e post-democristiani).

L'articolo cmq è stato scritto così: "Tempo fa ricevo tre lettere del prete da commercianti incacchiati e la segnalazione di diverse azioni e interventi di protesta sullo stesso da parte di abitanti del luogo, raccolgo tutto, aspetto le risposte delle istituzioni alle lettere di protesta di commercianti e cittadini scopellesi. Arrivate anche quelle scrivo l'articolo e lo passo a giornali, tv, siti di citizen journalim, radio e blog". Non c'è nient'altro. Tutte le trame le state facendo voi catto-deliranti con i vostri farneticanti commenti che devo dire, comunque, sono divertenti! :-) avete un'immaginazione esilarante e allo stesso tempo inquietante!

Saluti, Fab

Anonimo ha detto...

Caro Giornalista,
permettimi di dubitare che lo sei veramente, oppure non hai letto o voluto leggere le lettere di Padre Crociato ai commercianti,la lettera con i nomi dei commercianti e vicino ad OGNI nome quanto dato 1,100, niente,la lettera esposto e la lettera del Vaticano.
Come Ti sentiresti Tu se vicino al Tuo nome venisse indicata la cifra da Te versata?
Non ti sentiresti in obbligo poi di fare una offerta anche per tacitare le voci dei compaesani che sapendoti benestante fanno malevoli commenti?
E se l´autore della cosa viene considerato un ottimo professore ed und ottimo prete, ti aspetteresti da lui una cosí malevola azione?
E se veramente la cosa é stata fatta in buonafede,perché non chiedere scusa alle persone danneggiate da tanta leggerezza invece di prendersela con Fabio.
Caro giornalista informati e non prestarti a "pubblicitá redazionale" (per chi non é della Professione significa "articoli pubblicati dietro PAGAMENTO"

Anonimo ha detto...

Per confermare le sue bugie Fabio dice altre bugie. La ragazza bocciata a cui si fa riferimento è figlia di sua sorella. Io ero allora una sua compagna di classe e dichiaro che questa mia compagna era veramente la più asina della classe. Come mai Fabio lo nega dicendo di non avere nipoti di alcun tipo? Gli amici si possono accettare o negare, ma i parenti no. Fabio è davvero un grande bugiardo.

Fabio ha detto...

Mi scambi con qualcun altro, non ho sorelle...eh eh diventate sempre più deliranti! :-)

Filippo ha detto...

Fabio non mi fa più pena perché ormai merita il disprezzo di tutti.Castellammare non è Parigi e tutti ci conosciamo. Quando dice che non ha fratelli e sorelle e quindi anche nipoti oltre ad essere falso è anche ridicolo e buffone. Oltre alla sorella di cui ha parlato la compagna (o il compagno) di classe, un fratello di Fabio vende ceramica a Scopello. Fabio, sei diventato anche vigliacco? Non credevo che tu potevi scendere così troppo in basso. Vergognati. Filippo

Anonimo ha detto...

Filippo,
proprio perché Castellammare é piccola e tutti si conoscono faresti meglio a stare zitto almeno non prendi cappellate.
Fabio lo sanno tutti é figlio unioco e non ha fratelli che vendono ceramica,ma un altro parente stretto.
Vedi quanto sei fazioso ed accecato da una rabbia che non comprendo e che ti porta a mentire pur di denigrare il prossimo.
Mi auguro che da qual buon cattolico che hai detto di essere ti voglia scaricare la coscienza.

Anonimo ha detto...

Vergognatevi Filippo ed associati,
non sapendo cosa ribattere alla provata fondatezza di quanto scritto da Fabio,lanciate accuse meschine e soprattutto FALSE.
Pur di difendere l´indifendibile vi inventate falsitá pensando cosí di sviare i discorsi.

Siate seri state dimostrando che le lezioni scolastiche pur tenute da un eccelso non vi sono servite a nulla.

Anonimo ha detto...

Filippo e anonimi Tacete una buona volta.
Con le vostre false insinuazioni su sorelle e fratelli state facendo il gioco dei detrattori

Fabio ha detto...

ma cosa state dicendo, MariaGrazia, Filipo e sto presunto compagno di scuola..siete impazziti completamente? L'incenso vi ha dato alla testa? Oltre che accusare di dire cavolate (dicendone voi a vostra volta) e insultare chiedendo addirittura disprezzo (amen) fate strani e deliranti disegni mentali sul mio albero genealogico. E' mio padre che vende ceramica (Bernando Barbera sposato con Giusy Desiderio) non ho fratelli né nipoti. Ho un gatto di nome Bucky ma non è mai stato in una delle classi di padre crociata (lui fa studi scientifici). Consiglio comunque anche di controllare dal mio medico se faccio uso di droghe (magari trovate lì il motivo che mi ha spinto a scrivere il pezzo, eh eh). Filippo spero di risalire a chi sei così facciamo un controllino sul tuo di albero genealogico, vediamo cosa ne esce fuori, sarà interessante...scherzo, tranquillo!

Uscite, non passate troppo tempo tra pc e chiesa che il risultato poi è questo!

Fab

P.S. Dopo tutti sti deliri per trovare in modo ossessivo i motivi per cui ho potuto scrivere sto articolo resta il fatto che il pezzo è lì (oltre che in altre decine di posti), è vero e racconta di un prete poco caritatevole e offensivo come la schiera di fedeli che ha creato a sua immagine e somoglianza.

Anonimo ha detto...

Carissimi giornalista,Mariagrazia,Filippo ed accoliti state dimostrando che non avete profittato minimamente degli insegnamenti del vostro professore oppure siete proprio la dimostrazione di detti insegnamenti.
Offendere,ridicolizzare,inventare bugie e maldicenze,negare la realtá dei fatti.
Bravissimi fate onore al vostro maestro.
Spero che con questo sia chiuso l´argomento

Anonimo ha detto...

dai fabio ammetti di avere una sorella e facciamola finita ! che ti costa... lasciali contenti sti seguaci di padre crociata magari recuperi posizioni e non vai all'inferno. Anzi fai una cosa dì io ho 2 sorelle e 3-4 fratelli, che ti costa? Aggiungi padre crociata è buono bello alto e cià due palle così....magari si placano un pochino recitano una novena e smettono di rompere - dai fallo!!! P. S. con mariagrazia vedetevi un attimo magari da cosa nasce cosa magari scoprite che siete affini...e fate dei bei bambini (non prima di esservi sposati con la benedizione di crociata) sennò ti ricordo sarebbe peccato!!!

Anonimo ha detto...

allora io la conosco la sorella di fabio si chiama Ermengarda e fa la contorsionista in un circo bulgaro attualmente si trova in belgio ha 28 anni è sposata con un domatore di canarini è nata sotto il segno dei pesci (ascendente cancro)a volte canta sotto la doccia (ha una bella voce) gli occhi celesti e di reggiseno porta una terza scarsa non ha figli ma è incinta di 2-3 gemelli diversi. questa è tutta la verità!!! franco la piana detto bugia

Maurizio ha detto...

Rinnovo e dico ancora una volta che Fabio è solo un buffone e per confermare le sue falsità rinnega anche i suoi cari. Tuo fratello Dino che vende ceramica a Scopello sarà arrabbiato caro signor BUFFONE, come farai a calmarlo?
Maurizio

Anonimo ha detto...

Maurizio,
fatti curare perché sei un caso preoccupante.
Dino é il padre di Fabio te lo ha detto anche lui.
Chiedilo all´ex parroco.

Anonimo ha detto...

Mi volete spiegare ex alunni e fans cosa c´entra tirare in ballo fratelli e sorelle che non esistono.
Non avendo argomenti seri vi divertite a sparlare inventando le cose piú assurde e degne di ricovero.
Un ipotetico avversario si combatte con argomenti seri e non con calunnie e maldicenze,cosi´agiscono solo i quaqquaraqqua.
Ora non vale piú la pena di seguirvi poiché non avete argomenti validi e cosí squalificate ancora di piú la persona che volete disperatamente difendere,ma che per come si é comportato é indifendibile come provano i fatti

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 493   Nuovi› Più recenti»