domenica, luglio 28, 2013

Turismo o rave party?


Il turismo è "il complesso delle manifestazioni e delle organizzazioni relative a viaggi e soggiorni compiuti a scopo ricreativo o di istruzione" (Devoto, Oli, 2011). Questa è la definizione di turismo; allora mi chiedo se la manifestazione svoltasi ieri sera è di tipo ricreativo o d’istruzione… Perché questa domanda? Perché le persone vicine agli organizzatori l’hanno definita come “importante attività turistica che ha attirato migliaia di persone da mezza Italia”.
Sicuramente non era una classica attività turistico-culturale, o almeno non lo era nel senso più classico del termine “CULTURA”. Allora sarà stata un’attività ricreativa, sicuramente lo è stata per le persone che hanno partecipato (anche se forse oggi non ricordano molto dell’accaduto), ma lo è stata per tutta la popolazione castellammarese? O almeno, nell’organizzare l’evento si è pensato al bene di tutta la comunità castellammarese o al bene di pochi?
Personalmente non ritengo che l’evento sia stato di tipo turistico, perché quest’ evento non ha portato al territorio né ricchezza culturale e neppure ricchezza materiale, ma ha solo portato qualche migliaio di persone che hanno sfruttato un luogo (di interesse storico) per bere, fumare, ballare ed anche consumare prodotti il cui utilizzo è perseguibile per legge (a torto o a ragione).
Ma a parte questo si sono viste risse, si sono viste ambulanze andare e venire una decina di volte, si sono viste forze dell’ordine impegnate per un’intera nottata nel controllare cosa stesse accadendo (tutto a spese di coloro che pagano le tasse) …
Secondo me, e secondo molte persone che ho incontrato ieri sera, questo evento non andava fatto, tantomeno lì. Allora io mi sento di chiedere all’amministrazione perché ha deciso di autorizzare quest’evento; è questo il turismo del quale tanto si è parlato durante la campagna elettorale?

E poi chiedo a tutti i cittadini che hanno condannato i giovani che escono per bere una birra al bar, ma se ritenete che questi giovani ledono le vostre sensibilità bevendo per strada, cosa pensate di questo evento? Come mai nessuno dice nulla oggi? Come mai nessuno ha chiesto chiarimenti?
Nicola Prosa

42 commenti:

Anonimo ha detto...

sarà stato quello che volete, ma una cosa è certa, il paese si è animato, la gente che è venuta ha portato soldi e divertimento, e magari molta gente che veniva per la prima volta ritornerà... a castellammare ci sappimao solo lamentare per le cose belle e per quelle brutte! secondo me è stata un ottima iniziativa, che ha portato un pò di divertimento nel paese

Roberto Coppola ha detto...

ciao!seguo sempre il vostro blog,e per questo ho letto subito l articolo dell'amico Nicola,che devo dire non condivido,almenonon per intero. Io ci sono stato. Ci sono stato nel senso che ho pagato per entrare ad ascoltare due artisti che sulla scena internazionale hanno un seguito non indifferente. Devo dire con stupore che l'organizzazione tanto criticata di cui si discute ha progettato il tutto nei minimi dettagli, dalle transennature che delikitavano il perimetro alla predisposizione di servizi igienici(compresi quelli prer i disabili), per non parlare della sicurezza che si è occupata di sorvegliare il perimetro e di sedare le risse che,come avviene in tutte le discoteche sia di castellammare che di tutto il resto del mondo, percio da questo punto di vista non ho trovato all interno una situazione significativamente diversa da quella che si puo trovare in un altra location. Per cio che riguarda le ambulanze che hai sentito andare una decina di volte, di devo smentire: 4 sono stati gli interventi, di cui uno è stato per soccorrwre un bambino di appena 12 anni che è caduto tra i massi della marina. per quello che riguara l'offerta turistica e la programmazione di quest'ultima, di certo non è compito di sei ragazzi under 30 e senza nessun ruolo istituzionale ne nel comune di castellammare ne in altri comuni. il luogo di interesse storico di cui parli(che non è il castello ma semmai la vasca regina)purtroppo è andato perduto ormai da molti anni ormai e non per mano dell attuale sindaco...Parlando poi dello spiegamento di forza dell ordine vorrei dirti solo che alla fine della serata tutte le autoritá presenti sul posto si sono congratualati con l'organizzazione. Peraltro vorrei portaryi anche la mia testimonianza in merito all uso di sostanze stupefacenti di cui hai scritto: parlo per la mia personale esperienza avuta ieri sera, e premesso che il consumo è di certo un problema( ma socuramente non legato ne alla location ne all organizzazione ne tanto meno al tipo di musica)nessuno mi ha proposto droga di nessun tipo nessuno mi ha istigato alla rissa bessuno mi neanche spinto senza subito dopo chiedere scusa...se concordo con te sul tipo di ambiente(che non ki appartiene) non posso esserlo sul resto, e ti spiego perche. l azienda che si occupava della sicurezza è di castellammare, il service che si è occupato dell amplificazione è di castellammare, i bar man erano tutti di castellammare persino i rwgistratori di cassa sono stato presi a noleggio a castellammare, e tutte qyueste persone sono state pagate!!e profumatamente!!quindi dal punto di vista economico il ritorno per i castellammaresi c e stato eccome...inoktre devo dire che per la prima vokta da quando mi ricordo, una notte bianca a castellammare offre degli spettacoki che possano intrattenere gente di ogni eta e di ogni preferenza: p.zza petrolo musica per bambini; arena delle rose spettacoko di arte circense; villa margherita spettacolo musicale per un pubblico totalmentw diverso da quello che potevano essere interessati alla serata di cuo hai scritto!!poi perdonami...sei mai andato ad un rave?? sei entrato per vedere di persona quello di cui oggi scrivi??conosci gli artisti che si sono esibiti??in coscienza ti dico...io c ero...e oggi me lo ricordo!

Nicolò Quagliata ha detto...

"Personalmente non ritengo che l’evento sia stato di tipo turistico, perché quest’ evento non ha portato al territorio né ricchezza culturale e neppure ricchezza materiale, ma ha solo portato qualche migliaio di persone che hanno sfruttato un luogo...." , l'autore di queste righe è confuso e disorientato, animato dallo sciocco spirito del bastian contrario, e mostra anche di non avere rispetto per le persone che vengono a Castellammare da cui si aspetta solo che portino picciuli (ricchezza materiale), per quanto attiene la ricchezza culturale... la stabilisce lui la dimensione culturale? Prsone come lui allontanano quanti potrebbero decidere di passare da questo paese....

mauro sgro ha detto...

Lo si potrebbe chiamare un festival di musica elettronica,che ovunque in Europa è CULTURA ed ECONOMIA (ad es.ho visto dj esibirsi al seminterrato del centro pompidou-Parigi-),tranne che in Italia,ove bigotti,parrinari e sparacazzate non mancano mai.

Anonimo ha detto...

io da castellammarese (e sn 34 anni) devo complimentarmi con i 6 ragazzi under30.. xke con o senza critiche l'oro sn riusciti a portare movimento.. come scritto prima da chi ha commentato.. molti ragazzi del paese anche se x una sola sera pero hanno guadagnato. io ero li.. e non ho visto tutte ste risse,tutte ste ambulanze (salvo x i 4 episodi già riportati) eppure ero li.. e molto lucido da rikordare tutto x filo e x segno.. il problema di qsto paese e che si cerca sempre di criticare cio che si fà.. e poi una cosa che noto e la mala informazione.. io da castellammarese (e non piu 20enne) mi congratulo con qsti ragazzi.. xke senza alcun ruolo sn riusciti a portare a castellammare un numero di gente che negli anni chi di dovere mi sa che non ce riuscito.. (salvo x la rievocazione).. cmq anche io mi chiedo se chi scrive, chi diffonde le notizie.. scrive x voce di popolo.. o xke era li in prima persona a costatare con i propri occhi?? senza rancore si capisce.. però apriamoli un po gli occhi.. xke si che il turismo e cultura.. ma e anche economia.. e il turismo "giovane" su cui si deve puntare.. perche sn i giovani che fanno circolare il denaro.. non le famiglie (con tutto il sacrosanto rispetto) che per tanti motivi "x" spendono poco.. o per meglio dire spendono x l'essenziale.. io dico di aprire un po gli occhi e fare un'articolo dove si invogli la gente a venire.. e non stare sempre a discriminare l'operato altrui.. un paese civile e in ottica di sviluppo..si dovrebbe prendere un'unica strada tutti assieme.. in questo paese invece ognuno prende strade diverse..

Anonimo ha detto...

Come al solito sapete solo criticare, se non si fa niente, critica al sindaco che non organizza niente, si fa qualche cosa , altre critiche... Tu sig. Nicola sei di quelli di Cambiamenti, e giustamente, ma sbagliando, devi attaccare l' operato del sindaco, io ritengo che sia stata una Bella manifestazione, ha portato a Castellammare migliaia di persone, si saranno ubriacati, avranno creato disagio a qualche turista ma e' stata pubblicità per Castellammare ...

Fabio ha detto...

che articolo... ho sempre la paura che a Castellammare si preferisca il turismo religioso a qualsiasi altra cosa: meglio una processione che un rave e meglio una madonna a mare che un palco al castello :3 ma in fondo doesnt matter! :)

Anonimo ha detto...

BRAVO ROBERTO

Anonimo ha detto...

....tipico dei castellammaresi, criticare sempre l'operato degli altri, abbiamo un nuovo sindaco, non e' quello che molti volevano, ma e quello che a vinto le elezioni,poi dico al Sig. Nicola, se era il tuo "sindaco" ad organizzare l'evento, la cosa sarebbe riuscita diversa ? Certo il tuo "movimento" era bravo ad organizzare concerti, ma ti ricordo caro Sig. Nicola che dopo i vostri incontri politici con annesso momento musicale, molta gente si lamentava dei disagi e delle bottiglie e bicchieri che restavano a ricordo di cio'... ( spero che pubblicate questo commento, e il secondo che faccio ma quando parlo di "Cambiamenti" lo cancellate... bravi )

Anonimo ha detto...

il problema è che a castellammare i turisti non possono più dormire perchè ormai è lecito aprire discoteche a cielo aperto e in pieno centro storico ,la cosa brutta è che la maggiorparte di noi pensa che portino turismo , invece il turista dopo la prima sera scappa ..

Anonimo ha detto...

Credo sia diventata moda a Castellammare criticare chi si mette in gioco . La cosa più assurda è che a criticare sia sempre , e mai come in questo caso, una persona che sconosce i fatti ma che comunque si erge a sommo profeta dicendo a modo suo assolute verità. Il diritto di dire la propria opinione su un fatto per l'autore di questo articolo è quasi un dovere a dover sparare contro chi ha vinto le elezioni. Ricordiamoci che quelli che adesso criticano il presunto rave di maliuti due anni fa organizzavano un concerto rock sul sagrato della chiesa madre a sfregio contro quella chiesa che tanto criticano. Insomma criticare e in questo caso calunniare è sempre stato facile e comodo ma come vedi non porta altro che figure bambine.

Castello Libero ha detto...

Nessuno cancella commenti anche perchè questo non è il blog di cambiamenti.
L'importante è mantenere un linguaggio educato e conforme alle regole del blog.

amo la musica reggae ha detto...

quest'articolo è a dir poco ridicolo.il titolo è Turismo o rave partyyyyyyyy?????????????? hrhehehehheeeehhahhrrhhhhahahahehrhhahehahhHhehehhahhehehaHAHHEHEHAha.Non ci credo...questa te la potevi risparmiare.non c'è niente di corretto in quello che hai scrittto,totalmente inopportuno,più leggo e più ridoo.Cambia hobby.

Domenico Grassa ha detto...

Faccio delle precisazioni:
La musica per me è tutta bella, poi ad alcuni può piacere un determinato genere e ad altri no.
Ma credo che questo centri poco con l'argomento del post di Nicola che secondo me deve essere libero sempre e comunque di esprimere la propria opinione.
Anche io sono critico nei confronti dell'amministrazione per aver concesso quel luogo per fare il concerto, per me doveva essere fatto ma non li, ma in un altro posto.....ad esempio il campo sportivo poteva essere una buona location.
Mi chiederete: perchè no la marina?
Io vi rispondo:
1. Alla marina si disturbano gli hotel
2. Alla marina non vi erano vie di fuga (tranne l'unica via di accesso e il mare).
insomma tutto faceva presagire che qualcosa poteva andare male, ma per fortuna nessuno si è fatto male.
ed ancora mi trovo molto critico nell'organizzazione dell'intera serata castellammarese. Si diceva che c'era la notte bianca ma in realtà non vi era niente organizzato in paese, tranne credo il Picolit che ha fatto un concerto e il Rock Island.
ma che notte bianca è? dove sono le notti bianche culturali, gli artisti di strada, la buona musica, il teatro, la pittura?
quella notte si è fatto soltanto casino!
per carità....niente di personale con gli organizzatori, loro lo hanno organizzato per scopi di lucro e hanno investito dei soldi e sono contento che ci hanno guadagnato (per lo meno lo spero), ma rimango critico dell'organizzazione della notte bianca che mi è sembrato soltanto un pretesto per concedere fino a tarda notte lo spazio antistante il castello per un concerto organizzato da gente molto vicino all'amministrazione

Anonimo ha detto...

Sinceramente credo che ognuno, da libero cittadino, sia libero di esprimere quello che meglio crede...non mi sembra che qui si metta in discussione l'evento,ma il luogo in cui si è svolto....anche io in marina ho visto certe situazioni a cui fa riferimento chi ha scritto l'articolo e condivido il pensiero che l'evento andava fatto in un'altra location, per motivi di ordine pubblico e per la presenza delle diverse strutture ricettive presenti nel luogo...non voglio demonizzare l'evento,sebbene non lo condivida, ma lo accetto nella stessa misura in cui c'è gente che sceglie di ballare il liscio e poiché ognuno per se stesso può scegliere di ubriacarsi e far altro....non condivido i commenti di certa gente tesi soltanto ad attaccare e criticare, piuttosto che cercare un confronto democratico e rispettoso del pensiero altrui...non mi sembra neanche che l'articolo faccia riferimento nè all'attuale sindaco nè a Cambiamenti, come qualcuno di voi ha tirato fuori nei commenti...evidentemente qualcuno non può fare a meno di abbandonare quel clima di tensione da campagna elettorale....prima di accusare di bigottismo chi la pensa diversamente da voi su un rave, impariamo a rispettare qualsiasi forma di libertà, quindi anche quella di pensiero, perchè non diventi privilegio di un singolo individuo.
un libero cittadino

Anonimo ha detto...

mi fate ridere...ma è un giornalista quello che ha scritto l'articolo??? prima di tutto andatevi a leggere la definizione di rave party...anzi la posto io:
Rave party (o, più semplicemente, rave) è il termine utilizzato alla fine degli anni ottanta per descrivere le prime feste illegali con musica elettronica (acid house, techno, jungle, drum & bass), caratterizzate dal ritmo incalzante di musica dance e giochi di luce. Oggi il termine è usato per indicare tutte le feste in cui non vengono richieste autorizzazioni e assolti gli obblighi quali pagamento diritti d'autore, rispetto di normative igenico-sanitarie nella somministrazione di cibo e bevande, normative antincendio, ecc.
gia avete sbagliato l'articolo dal titolo....
un evento a cui nn mancava alcuna autorizzazzione concordato con tutte le cariche del paese e della provincia (questore,vice questore,capo della polizia,capo dei vigili del fuoco e sindaco) sono venuti pullman da tutta la sicilia anche da catania....un sacco di ragazzi sconoscevano castellammare del golfo e ora sono rimasti incantati della bellezza del posto e dalla bellezza della location e dell'evento...basta fare un giro su fb e youtube per leggere cosa scrivono i giovani...motore di ogni società....l'italia è al fallimento per gente come voi...incapace di investire su se stessi e sui propri sogni con tanta fatica e capaci solo di criticare chi si sforza e ha la capacità di farlo....per questo i giovani nn rimangono in italia...perchè ci sono troppi vecchi retrogradi che nn lasciano spazio al nuovo e ai giovani....basta andare nella pagina degli artisti che si sono esibiti...in 3 hanno + di 100 mila fan e quando hanno pubblicato il nome e la foto di castellammare lo hanno visto in tutto il mondo e persone di tutto il mondo hanno espresso il loro gradimento....gli stessi artisti e manager sono rimasti entusiasti del posto del cibo e delle persone....hanno detto anche che un giorno vorrebbero tornare....ma con la cattiva informazione e la mentalità del medioevo perderete tutto pure quei 4 turisti che vi ritrovate x la terra magica che avete...nn di sicuro per la vostra mentalità e capacità imprenditoriale....

Anonimo ha detto...

Devo dissentire con quanto detto da Roberto Coppola nella parte in cui dice che la notte bianca ha offerto eventi per tutte le fasce d'età...la notte bianca prevede l'apprestamento di spettacoli vari,l'apertura prolungata di negozi, di musei e a C/mare non c'è stato nulla di tutto ciò...è stato il pretesto solo per far musica fino a tarda notte

Roby ha detto...

Sei mai stato ad un rave? Secondo me no. Aggiungo che in qualsiasi parte d'Europa sono dei successoni questi eventi. Ma purtroppo qui ancora esiste gente arretrata come te!

Anonimo ha detto...

Caro nicola,ma ti rendi conto che siamo nel 2013 ?
siamo la barzelletta d'italia e d'europa...un paese dove si spendono milioni di euro per una metropolitana mai terminata con tutta via michelangelo smantellata...
sinceramente penso che l'evento è stata una manifestazione molto carina in una cornice a dir poco unica il castello il mare,che altro? il tutto sotto l'esperienza di giovani under 30 che hanno a mio avviso una ambizione d'ammirare nel continuare a credere in un paese come il nostro governato da bigotti e malavitosi...io personalmente ero presente ho passato una piacevole serata cenando in un ristorante di castellamare...passeggiando nella piazza soffermandomi dinnanzi alle bancarelle per poi continuare nelle bellissime vie e nella discesa che portavano al castello..respiravo aria d'evento...sono un 23 enne ed io come tutti ho il diritto se voglio divertirmi ed ascoltare la performance di due artisti quali sono PAN-POT di non spendere 600 euro di biglietto per andare a mykonos,barcellona,londra o belgio cordiali saluti !

Anonimo ha detto...

Continuate pure a criticare, ognuno è libero di esprimere la propria opinione ma questo è solo l'inizio e se non vi sta bene nessuno vi nega di trasferirvi in un luogo dove la gente non parla, i giovani non esistono e la musica la sentite a messa tra una preghiera e l'altra. Alleluja!!!!!!... C/MARE,RINASCE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Ed io ci credo.

Anonimo ha detto...

Rave party?? Ma sapete che cos'e' un rave party?? Ma di cosa si sta parlando qua?? Aprite le vostre chiusissime menti...il turismo non e' solo mare mangiare e dormire...CI VUOLE LA VITA!!!! Ridicoli voi che criticate...tra l'altro evento fatto in un luogo mai valorizzato da voi tanto difensori di non so che....Aprite le vostra menti e basta!!!!

Anonimo ha detto...

La notte bianca è un'iniziativa di alcune grandi città che consiste nell'organizzazione di varie iniziative culturali o di intrattenimento durante tutta una nottata.
Spesso è accompagnata da un servizio straordinario dei mezzi pubblici, dall'apprestamento di spettacoli vari, dall'apertura prolungata di negozi e di altro.
Ma vorrei dire riguarda solo una parte di paese?
L’altra parte di paese …..viene esclusa da tutto ciò che avviene dai “ quattro canti in giù?”
Il paese è solo Piazza petrolo? Cala marina? Quattro canti?
Gli altri abitanti fanno parte solo per pagare le tasse…..e poi….sono esclusi da qualsiasi informazione ?....e non solo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Anonimo ha detto...

Dai commenti di vario genere è evidente che si assiste in quesi post a due idee diverse, probabilmente incompatibili tra loro, di fare turismo. Un'idea punta al turismo di massa con attrazioni per i più giovani (modello Riccione), l'altra idea invece punta ad un turismo più selezionato (modello Taormina). Non capisco invece le critiche sterili all'autore dell'articolo senza la dedizione del quale non potreste nemmeno esprimere in questi minuti il vostro punto di vista. Firmatevi! Peppe fausto

Anonimo ha detto...

Io ci sono stato e posso dire caro nicola che sbagli totalmente, ad esempio io sono di caltanissetta e senza questo evento non avrei mai visto castellammare e invece grazie alla grande iniziativa ci sono stato! mi è piaciuto parecchio e mi sto organizzando per venire in vacanza lì... se vi lamentate perchè si rende più vivo un posto allora siete voi i primi a non capire niente di ricchezza e turismo. L'ignoranza regna in siclia -.-" che delusione...

Anonimo ha detto...

è vero che ci sn state attività per tutti i .gusti, infatti in piazza petrolo c'era una manifestazione per bambini, in villa c'era musica per gente adulta (tanto che c'era un casino di gente) e alcuni locali hanno proposto musica dal vivo. per quanto riguarda i negozi alcuni li ho visti aperti, ma questo credo sia a discrezione del titolare, quindi non possiamo sindacare a riguardo.
andiamo in marina: sono passate 4 ambulanze ma in evento di qst portata.credo sia minimo.
NON CI SONO STATE RISSE all interno delle transenne, si vocifera soltanto una in un altro locale.
la location inoltre era ADATTISSIMA innanzitutto perché mettetevi in testa che NON È UN LUOGO SACRO (allestire i chioschi per la.vendita di alcolici in piazza matrice per il PLAS di quakche anno fa è stato ritenuto lecito, e vi fate problemi per il castello?) e gli altri locali non sono stati minimamente infastiditi dalla musica.
ma poi di.che vie di.fuga parlate? il personale della sicurezza era efficientissimo e prima dell evento questo luogo ha avuto l'Ok da chi di competenza.
informatevi prima di sparare sentenze!
io ci sn stata, e sia dentro.che fuori il "rave" le opinioni della gente erano molto.positive su questa notte bianca che di.certo è stata la MIGLIORE che castellammare abbia mai visto.
ah, giusto per puntualizzare, i ragaZzi del pan pot hanno continuato la festa a guidaloca in un camping, causando qualche piccolo disagio alla circolazione. ma di questo non se ne parla, vero?

Giuliana Pisciotta

Vincenzo Desiderio ha detto...

Solo un appunto.
Nicola Prosa è un socio di CambiaMenti, ma ciò non significa che ogni volta che dice qualcosa stia parlando a nome di CambiaMenti. Da libero cittadino esprime le proprie opinioni personali, più o meno condivisibili, e nessuno dovrebbe impedirglielo. Se poi ad alcuni non piace che non la si pensi come loro, sono problemi loro...
In ogni caso, CambiaMenti punta a trovare soluzioni che riescano a far convivere tutti i cittadini, senza negare diritti di cittadinanza e di benessere a nessuno, siano essi giovani, anziani, bianchi, neri, gialli, donne, uomini, religiosi o atei.
L'evento di sabato deve avere spazio anche in futuro (moltissimi soci di CambiaMenti ci sono andati e si sono divertiti, questo per dire che non siamo contro a prescindere) ma si dovrebbe individuare un altro luogo ugualmente suggestivo - e non ne mancano da queste parti -non troppo vicino a quelle strutture che offrono altri tipi di divertimento e di svago e che consenta di offrire ancora più sicurezza ai partecipanti.
Vincenzo Desiderio
Presidente di CambiaMenti

Anonimo ha detto...

Allora che ne dite di spostare il plas altrove visto che con le antiche scale non c'entra niente?

Anonimo ha detto...

Il commento del consigliere Fausto ha centrato in pieno il problema e dai commenti si evince la differenza di livello socio-culturale castellammarese. Infatti c'è una classe borghese che punta ad un turismo d'élite, mentre una classe "ex contadina" che punta ad un turismo di massa... Bisogna capire cosa è meglio per Castellammare, ma gli ex contadini sono di più!!!!!

Pietro Ingoglia ha detto...

una domanda ma chi sono gli organizzatori del rave party in questione??

Anonimo ha detto...

Il vero problema è che ad emettere sentenze sono le stesse persone che quando c'era Bresciani erano contadine lamentandosi di un paese di stampo rotariano e lobbysta e adesso si sono svegliate Borghesi e culturalmente ispirate. Qualcuno spieghi loro che la campagna elettorale è finita e che l'idea goliardica di paese dei balocchi tanto sbandierata dalla loro leader casta e pura si scontra con i problemi quotidiani che ogni cittadino deve affrontare. Tondi si nasce e quadrati si diventa... ma solo se conviene.

Anonimo ha detto...

Non voglio farne un problema di classe e se dal mio precedente commento è emerso questo chiedo scusa (in tal senso mi piace ricordare che mio nonno paterno, di cui ho l'onore di portare il nome, faceva il custode del cimitero). È sicuro però che dovremo decidere se castellammare vuol diventare "Riccione" oppure "Taormina". E da esponente politico locale non vi nascondo che ritengo più appropriato per castellammare il modello "Taormina". Peppe fausto

Anonimo ha detto...

Credo che chi ha scritto l'articolo, ha tutto il diritto di dire il suo punto di vista sulla questione....leggere commenti, sia qui che su fb, in cui si sa solo offendere, utilizzando termini volgari, che non riporto per educazione e per non equipararmi alla gente ignorante che li scrive,dimostra il livello culturale di alcuni castellammaresi, incapaci al confronto civile e democratico...io me ne andrei da questo Paese non perché c'è gente che scrive un articolo così, condivisibile o meno, ma perché esiste gente pronta solo ad offendere e attaccare con ingiurie gratuite...finché esiste gente capace solo di offendere e non rispettare il pensiero altrui, questo paese non cambierà mai....in assenza di un po' di intelletto, non si può pretendere che possiate ragionare civilmente quindi continuate a ballare,che forse è l'unica cosa che sapete fare

FRANCESCO ORLANDO ha detto...

Dal mio punto di vista, quello che è successo sabato a Castellammare è da Guinness world record. Non si possono organizzare due eventi così differenti nello stesso giorno. Io personalmente mi sono trovato da una tranquilla passeggiata con moglie e figlio di pochi mesi ad una vera e propria impresa per andare a recuperare la macchina e tornare a casa, con rischio di essere investito con tutto il passeggino da un idiota alticcio che sfrecciava a 70 kn/h in uno spazio di 5 mt di larghezza (slargo davanti l'Hotel Punta Nord-Est). Premetto che sono dell'idea che vada dato spazio a qualsiasi tipo di manifestazione, ma il tutto va fatto con criterio. Non si può utilizzare il centro storico e tantomeno il porticciolo turistico per un concerto di questo tipo. Abbiamo diversi spazi che si prestavano a tale manifestazione e il campo sportivo è uno di questi.
Castellammare del Golfo è un gioiellino che va curato e i turisti che vengono a visitarlo non devono andarsene con l'impressione di essere stati all'inferno. Castellammare non può essere Rimini, non ha i requisiti ( e menomale!)

Anonimo ha detto...

beh sarò anche "contadina" ma ritengo che non abbiamo le potenzialità di taormina e a castellammare serve vita, movimento, massa! è la massa che fa circolare l'economia!
...quindi, perché non diventare il Riccione del Sud?!
ascoltatemi, i nostri figli ci ringrazieranno!

Ornella ha detto...

Buongiorno a tutti, mi chiamo Ornella Navarra, sono socia di CastelloLibero ed anche di CambiaMenti, ma quando parlo e scrivo sono solo me stessa. Purtroppo o per fortuna non ho l'onere e l'onore di rappresentare nessuno dei due gruppi e lo stesso vale per Nicola, il quale scrive a titolo meramente personale. Conosco Nicola da anni e di certo non avrei mai immaginato di sentirlo additare come bigotto. E' una persona che ha le idee chiare e che si sente in dovere di dire la sua per contribuire al bene del paese. La sua visione può essere condivisibile o meno, ma usare insulti (che ho letto su alcuni post su fb di questo articolo) o insinuare che si tratti di vendette post-elettorali, le trovo argomentazioni di poco conto. Ognuno è libero di esprimere la propria opinione in questo blog. Invito a tutti coloro che hanno una visione diversa da quella di Nicola a scrivere un articolo e mandarlo all'indirizzo castellolibero@gmail.com, verrà pubblicato nel più breve tempo possibile. L'articolo letto in maniera critica vuole essere solo da spunto per riflettere sulla "direzione turistica" che è meglio intraprendere per la nostra Castellammare. L'interesse di tutti noi deve essere quello di cooperare per creare un paese pulito, sano a misura sia del cittadino che del turista. Buon lavoro a tutti noi.

Anonimo ha detto...

Far passare per notte bianca una serata normale solo per autorizzare il figlio assieme ad altri 4 scalmanati a far musica per pasticcomani a scopo di lucro fino alle 4 del mattino, tra l'altro non avvisando tutte le attività commerciali di stare aperte come in tutte le notti biacnche e roba da Nicola Coppola il sindaco peggiore che c'è.

Emanuel Butticè ha detto...

Il problema vero si è creato ad evento finito...l'onda di ragazzi provenienti da tutta la sicilia ha riempito il centro storico di bottiglie di vetro rotte e hanno gentilmente pensato di pulire i portoni altrui con della "sana" urina...per non parelare del parcheggio...non siamo pronti per ospitare questi eventi...il paese era totalmente bloccato!!

Anonimo ha detto...

Ci sono 2 categorie che si nascondono dietro l'anonimato, per fare del male: i serpenti e i mafiosi. Non soa quale delle due tu appartenga, ma lo squallore delle tue affermazioni calunniose e false, danno il quadro della persona che sei.
Io ho il coraggio delle persone vere.
Sono Gabriele Coppola, amo da sempre aiutare gli altri a realizzare progetti buoni. Mi sn impegnato da sempre nello sport, nel teatro e nel realizzare eventi musicali... (molto più che in qst occasione).
Non posso andare contro le mie inclinazioni, chiudermi a casa nell'immobilismo, solo perché mio padre è sindaco.
Ti auguro di diventare una persona seria, che usa le parole e i gesti per costruire e non per calunniare e diatruggere.
Come può una comunità cittadina cambiare, quando ci sono persone come te che, tutto quello che riescono a produrre e la calunnia, anonima per giunta?
Io Voglio e continuero ad essere me stesso, sempre e comunque.
Gabriele Coppola

Nicolò Prosa ha detto...

Non sono intervenuto fino ad ora ma credo sia doveroso che io faccia delle puntualizzazioni:
1- non mi è sembrato di averne fatto un problema di classe sociale nell'articolo e se così è stato mi scuso per questo
2- prendo atto dei commenti delle persone che la pensano diversamente da me, credo che sia giusto che ognuno esprima la sua opinione, ma non accetto le offese, io non ho offeso nessuno.
3- non condivido le affermazioni fatte sul sindaco o sul figlio, non era questo l'intento dell'articolo
4- Faccio parte di CambiaMenti e di CastelloLibero, ma ho espresso la mia opinione su un evento su un blog firmandomi, quindi parlo a titolo personale

Comunque grazie a tutti coloro che hanno commentato e che si sono firmati, questo è un modo democratico e Libero di confrontarsi

Anonimo ha detto...

... in risposta al Sig. Grassa, che dice che l'evento disturbava gli hotel alla marina etc, allora caro sig. Grassa che anche tu appatieni a "cambiamenti", passa la sera dalla coenetteria Furco alle 3 di notte, e senti il casino che fanno i ragazzi che mangiano i cornetti, guarda quante bottiglie lasciano per strada ed altro, che fa facciamo chiudere a Furco ... facciamo chiudere il Picolit... facciamo chiudere il Bora Bora...caro sig Grassa siete di cambiamenti ma il vero cambiamento dovrebbe iniziare dal vs cervello, ora che siete in politica e' aumentato in tutti voi di cambiamenti come si dice in siciliano " la puzza sotto il naso" , camminate in gruppo come uno squadrone di polizia, e guardate a tutti come se tutti sono stupidi e gli unici intelligenti e conoscitori della vita siete voi...disse Toto' " ma fatemi il piacere" .

Domenico Grassa ha detto...

No rispondo agli anonimi,
ma sono sicuro che le mi conosce bene e che io forse un pò meno.
Ma perchè mi resta anonimo? ha paura a celare la sua identità? non la mangio mica!
Buona sera

Domenico Grassa ha detto...

Tra l'altro dimenticavo, oltre ad esser tesserato in Cambiamenti (come d'altronde altri 280 concittadini), sono socio di Libera, Castello Libero, ho la tessera fedeltà della Feltrinelli, sono socio del Centro Alpino Italiano e infine sono socio e componente del direttivo dell'associazione italiana giovani avvocati sezione Trapani.
è sicuro che lo squadrone dove mi ha visto non faceva parte di altre associazioni?